p20 parigi

Anche se ormai si sa quasi tutto dei prossimi smartphone della casa cinese, manca soltanto la presentazione ufficiale. Proprio per questo l’azienda ha da poco iniziato a inviare gli inviti alla stampa per l’evento che dovrebbe svolgersi il prossimo 27 Marzo, nella magnifica città di Parigi.

Proprio da questi inviti, con sfondo la Tour Eiffel, si possono scoprire dettagli che potrebbero indicare delle novità nei dispositivi. Infatti sullo sfondo è facile notare come ci siano tre cerchi e come in una scritta “See Mooore with AI” ci siano sempre tre lettere O. Questo dunque dovrebbe far pensare che il prossimo top di gamma, ovvero P20 Plus, dovrebbe essere dotato di ben tre sensori fotografici.

Per quanto riguarda i due smartphone più piccoli, ovvero P20 e P20 Lite le notizie che stanno circolando in rete, specialmente riguardo la versione Lite, sembrerebbero un po’ esagerate, in quanto gli scorsi anni differivano non solo per hardware ma anche un po per l’estetica.

Il fratellino più piccolo, come già visto nelle varie immagini leaked, dovrebbe essere un dispositivo con hardware di fascia media, dotato di schermo 18:9 di 6 pollici, di doppia fotocamera posteriore, posizionata in verticale in stile iPhone X e infine il tanto chiacchierato notch.

Il P20 dovrebbe ricalcare in buona parte le caratteristiche principali del P20 Lite, tra cui doppia fotocamera, notch e schermo 18:9 ma, per ovvi motivi di differenze di prezzo, sarà sicuramente dotato di hardware superiore.

Leggi anche:  Huawei, comparsi altri due nuovi smartphone su TENAA con foto e specifiche

P20 presentato a Parigi

Lo smartphone di punta ( o se volete “top di gamma” ) sarà proprio il P20 Plus, che in teoria dovrebbe avere dimensioni un po’ più grandi e hardware al top. Si vocifera infatti che sarà dotato dell’ultimo processore proprietario, ovvero il Kirin 970, che era stato usato sul Mate 10 Pro. Questo processore sappiamo essere dotato di AI ( Intelligenza Artificiale ) e l’azienda dovrebbe aver escogitato altri modi e funzionalità per sfruttarlo al massimo. Infine la tanto chiacchierata tripla fotocamera: non si sa se anche questo anno Huawei avrà collaborato con Leica per i sensori, come ormai fa dalla famiglia di smartphone P9, come non si sa la funzionalità di questo ulteriore sensore che è stato aggiunto.

 

Restano quindi ancora tanti dubbi e curiosità che potranno essere chiarite soltanto al momento della presentazione ufficiale per la stampa.

Le tre versioni saranno confermate cosi come abbiamo visto nei leak o ci saranno dei cambiamenti? La tripla fotocamera è davvero utile e riuscirà a sfruttare l’intelligenza artificiale su cui punta l’azienda? L’amato / odiato notch sarà stato implementato bene senza causare problemi o fastidi all’utente? Tutte domande che dovranno attendere più di un mese per ricevere una risposta, tranne se non spunteranno in rete foto dei prototipi finali.

Non ci resta che pazientare e attendere nuovi rumors, che si susseguiranno fino alla fatidica data della presentazione.