Apple e Samsung non sono ancora pronte a lanciare uno smartphone con impronte digitali in-display. Tuttavia, in Cina, Vivo ha presentato il primo smartphone al mondo ad utilizzare tale inedita tecnologia: Vivo X20 Plus UD, realizzato in collaborazione con Synaptics.

Ora, una foto trapelata su Weibo mostra un misterioso smartphone Vivo che offrirà un rapporto schermo-corpo molto alto, assieme ad uno scanner di impronte digitali in-display.

Non ci sono informazioni disponibili sulle specifiche e sul nome del misterioso smartphone Vivo che è apparso nella foto trapelata.

Ora, le cornici del device sono davvero sottili, praticamente inesistenti; inoltre, la fonte sostiene la presenza di un rapporto screen-to-body di oltre il 95 percento. Il fattore di forma è di 18: 9, poiché lo schermo ha un aspetto allungato. In tal senso, crediamo si tratti di un top gamma, indi per cui dovrebbe integrare un sensore in-display, vista e considerata la presenza dello stesso su X20 Plus.

Poiché la cornice superiore è molto sottile, non sembra che sia dotata di fotocamera selfie, auricolare o qualsiasi altro sensore. Lo smartphone Mi MIX 2 ha la fotocamera selfie posizionata sulla cornice inferiore. Tuttavia, la fotocamera selfie non sembra essere presente sul fondo del misterioso Vivo. L’assenza dello snapper frontale ci fa dubitare dell’autenticità della foto.

Nella foto non appare la fotocamera Selfie, una caratteristica imprescindibile degli smartphone di oggi. Ovviamente, Vivo non eliminerà questa funzione sul misterioso device.

Teoricamente, lo smartphone potrebbe essere caratterizzato da un solo sensore posteriore, ribaltabile anche frontalmente. Honor 7i, smartphone rilasciato in agosto 2015, non era dotato di una fotocamera frontale; tramite la funzionalità flip-up la fotocamera posteriore poteva essere ribaltata e usata come selfie-camera.

Anche il Doogee Mix 3 è privo di una fotocamera selfie. Tuttavia, la sua fotocamera posteriore può essere sollevata e funzionare come una fotocamera frontale.