Amazon Prime Exclusive Phone
Amazon Prime Exclusive Phone

Amazon ha annunciato che a partire da mercoledì 7 febbraio la società di e-commerce rimuoverà in via definitiva gli annunci dalle schermate di blocco da tutti i dispositivi venduti sotto il programma Prime Exclusive Phone. Quelli che verranno venduti in futuro non presenteranno più questa peculiarità mentre quelli vecchi è previsto un aggiornamento che li rimuoverà.

Per andare al passo con la tecnologia

Secondo la società madre questa mossa serve per facilitare l’uso delle più moderne tecnologie di sblocco rapido come i sensori di riconoscimento facciale o di impronte digitali. In un certo senso  col passare del tempo lo schermo di blocco inizia a risultare obsoleto. Grazie a questa novità i clienti potranno personalizzare la propria schermata, qualcosa che finora era impossibile fare visto che era una sezione del telefono dedicata agli annunci di Amazon.

Il programma in sé era stato lanciato per la prima volta nel 2016 e i primi smartphone sono stati i Motorola Moto G e Blu R1 HD. Entrambi presentavano degli annunci nelle schermata di blocco proprio come i dispositivi Kindle di Amazon. Prima, per poterli evitare si doveva pagare un’aggiunta che però variava da dispositivo a dispositivo.

Il risultato definitivo è che il programma offerto dalla società è un affare migliore di prima. Amazon continuerà ad offrire i telefoni per i membri Prime a prezzi scontati, senza pubblicità fastidiose e offerte. Ovviamente però questa mossa avrà una ripercussione sui prezzi definitivi degli smartphone. Secondo Phonescooper che afferma che i prezzi dei dispositivi Prime Exclusive vedranno un aumento di 20 dollari.

Detto questo, gli annunci rimarranno ancora presenti sui dispositivi attraverso il Widget di Amazon. Inoltre, come al solito, non si potranno disinstallare le applicazioni preimpostate come Prime Video e Prime Music.