L’applicazione di messaggistica istantanea Telegram, si è trovata nella scorsa settimana in una situazione non a fatto piacevole. Dopo aver ricevuto qualche segnalazione dagli utenti, avevamo notato che l’applicazione russa era stata rimossa dall’App Store, così come Telegram X, per contenuti inappropriati, secondo le dichiarazioni del CEO Pavel Durov.

Da quello che ci risulta, oggi possiamo darvi ulteriori informazioni a riguardo, visto che alcuni utenti di Telegram hanno inviato delle mail ad un dirigente di Apple, per ottenere maggiori risposte.

Telegram: contenuti pedopornografici

La nota rivista 9to5Mac ha condiviso sul proprio sito la risposta del dirigente Phil Schiller alle mail che ha ricevuto in questa settimana da alcuni utenti. Ciò che emerge è un nuovo particolare incluso nelle seguenti dichiarazioni del dirigente del colosso di Cupertino:”Le app di Telegram sono state rimosse dall’App Store perchè il team di App Store è stato avvisato di contenuti illegali, in particolare pornografia infantile, nelle app”.

Continua dicendo che “Dopo aver verificato l’esistenza del contenuto illegale, il team ha rimosso le applicazioni dallo Store, ha avvisato lo sviluppatore e ha informato le autorità competenti, incluso il NCMEC (National Center for Missing and Exploited Children).

Importanti dichiarazioni rilasciate dal dirigente Apple che non ha esitato a confrontarsi direttamente con i diretti interessati.

Ricordiamo che questi tipi di contenuti, mettono a serio rischio sia gli utenti che le piattaforme complici, in quanto possono essere considerate responsabili per la pubblicazione di foto o video pedopornografici.

Per evitare tale pubblicazione, le varie piattaforme web e social propongono un grande numero di protezioni digitali, utili a eliminarli dopo la condivisione.