Google FlightsA tutti sarà capitato almeno una volta di arrivare in Aeroporto ed avere la spiacevole sorpresa di dover attendere delle ore prima di partire a causa di ritardi o voli soppressi. Oppure a tutti è capitato, al momento dell’imbarco di non poter portare con sé tutti i bagagli, ma riporli in stiva con prezzo maggiorato.

Si tratta di una problematica molto diffusa tra i viaggiatori e a risentirne maggiormente sono i pendolari o coloro che si spostano con frequenza per lavoro o per viaggio, rendendo la permanenza e il volo più stressante.

Per risolvere a questo inconveniente il grande colosso Google ha deciso di cominciare ad utilizzare un sistema di intelligenze artificiali che sarà in grado di prevedere i ritardi aerei e monitorarli nel dettaglio, procedendo con i dovuti calcoli, aggiornando, di conseguenza, in tempo reale l’utente che può controllare lo stato del proprio volo direttamente dal suo smartphone.

Vediamo insieme come questo sia possibile e cosa propone di innovativo tra le sue funzionalità Google Flights.

Nuove funzionalità di Google Flight: l’intelligenza artificiale per il servizio giornaliero

Google Flights sarà in grado di visualizzare per tutte le compagnie sia le restrizioni sia le vigenti regole per i bagagli. Gli utenti possono scegliere il numero, il volume dei bagagli da imbarcare, e possono scegliere il posto.

Propone, inoltre, la nuova funzionalità, come la “Basic Economy”, che permette di scegliere la tariffa, mostrando i voli più economici. Ma non solo! Finalmente l’applicazione è in grado di spiegare ai consumatori e futuri viaggiatori quali sono i servizi inclusi nel biglietto acquistato con la tariffa Basic Economy, che corrisponde in un certo senso ad una ‘terza classe’, permettendo a chiunque di poter viaggiare comodamente in aereo.

Leggi anche:  Google Pixel: il design del prossimo smartphone potrebbe essere simile a quello dell'iPhone

Per quanto riguarda, invece, i voli e i ritardi, il colosso della grande G ha deciso di intromettere l’AI per dei sofisticati algoritmi di calcolo di previsione.

Non è la prima volta che le piattaforme specializzate utilizzino sistemi di calcolo per prevedere i ritardi, ma Google decide di mettere in campo la potenza di calcolo dell’intelligenza artificiale attraverso la machine learning.

Il sistema funziona attraversi un’attenta analisi degli storici di volo di determinate rotte e i loro eventuali ritardi. I dati verranno mescolati e il computer genererà automaticamente precisi algoritmi per eseguire una stima delle probabilità e statistiche, individuando pattern comuni nelle partenze con ritardo. Dopodichè il sistema stabilisce quali calcoli considerare e quali no. Quando si presenta una precisione di calcolo oltre l’80% del ritardo, vuol dire che il risultato è abbastanza preciso e la previsione del ritardo è accettabile in termini di risultato. Il sistema, quindi, invia automaticamente l’informazione all’utente e il viaggiatore è informato in tempo reale.

Le nuove funzionalità che hanno arricchito Google Flights si presentano interessanti e permettono a tutti gli aeroporti e compagnie aeree di avere servizi più efficienti per passeggeri di tutto il mondo. Buon viaggio!