miningEthereum Nel caso in cui si volesse entrare a far parte dell’immenso e più che complicato mondo delle criptovalute è necessario sapere che bisogna attrezzarsi di una certa attrezzatura. Il mondo delle criptovalute infatti, è profondamente collegato con la tecnologia più alta a disposizione. Sempre di più sono richiesti computer molto potenti e componenti sempre migliori al fine di migliorare la propria attività di investimento.

In particolar modo i miner hanno bisogno di buone schede video, per far fronte a tutte le richieste del mercato digitale. La domanda è molto alta, e secondo la dirigenza di AMD si protrarrà per tutta la prima parte del 2018, o almeno è così secondo le indiscrezioni di Lisa Su.

Addio schede video per il gaming, il mining fa scarseggiare le scorte

Il problema potrebbe inizialmente non essere visibile agli occhi di tutti; se la domanda aumenta infatti per l’azienda che ha a disposizione quel prodotto è un gran bene, poiché riuscirà ad effettuare molte vendite, e a fatturare molti soldi. Ma quando la richiesta è molto elevata, e va a influire anche sulle scorte, e il prezzo può aumentare, a causa della elevata domanda.

Leggi anche:  Criptovalute, come la corsa al mining sta intralciando i piedi all'astronomia

Questo è un elemento non molto negativo per tutti i gamer, cioè gli appassionati di videogiochi, che per avere una buona scheda video dovranno spendere di più. Purtroppo i costi non si abbasseranno almeno per la prima parte del 2018. questo è il motivo per cui Lisa Su afferma che i tecnici di AMD stanno lavorando a prodotti sempre migliori.

In particolar modo si sta cercando di migliorare la GDDR5 e la HBM, che a quanto pare non tengono il passo, a differenza invece della GPU, che sembra non dare problemi.