iPhone 7 e 7 Plus
iPhone 7 e 7 Plus

Apple ha deciso di mettersi a rivendere i vecchi modelli di iPhone, per la precisione gli iPhone 7 e 7 Plus. Ovviamente saranno riconfezionanti con l’aggiunta di una batteria nuova – si spera meno incline ai problemi emersi nelle scorse settimane – e un nuovo rivestimento esterno. Questa mossa non è nuova da parte della compagnia della mela infatti era successa una cosa simile con gli iPhone 6S.

Ne vale veramente la pena?

Questa scelta si basa sul desiderio di accaparrarsi anche quegli utenti che vogliono uno smartphone Apple, ma che non possono permetterselo al momento del lancio. Una mossa sensata anche se i prezzi comunque non è che invoglino più di tanto, considerato tutto.

I nuovi, o meglio riconfezionati, iPhone 7 costeranno 499 dollari, se sono la versione da 32 GB di memoria interna, 589 dollari se sono quelli da 128 GB e 679 se sono quelli da 256 GB. I modelli 7 Plus invece costeranno 599 dollari per quello da 32 GB di memoria interna e 689 per quello da 128 GB. Sostanzialmente si risparmia dai 50 agli 80 euro sul prezzo originale. Entrambi saranno dotati di una garanzia di un anno che parte al momento dell’acquisto che può però essere estesa a due anni. Il costo dell’estensione è di 129 dollari per il 7 e 149 per il 7 Plus.

Leggi anche:  Samsung, comparso il benchmark del Galaxy J4 con alcune specifiche hardware

Spesso le compagnie fanno uscire nuove versioni di vecchi telefoni, ma quando lo fanno cambiano anche processori, RAM e aggiungono qualche particolare. In questo caso i cambiamenti interessano in parte l’estetica e in minima parte le prestazioni col solo rinnovo della batteria. Considerato che montano lo stesso hardware di dispositivi usciti più di un anno fa il prezzo potrebbe comunque essere considerato eccessivo.

Nel caso voleste a tutti i costi un dispositivo Apple, sicuramente la cosa potrebbe farvi gola altrimenti nel panorama degli smartphone ci sono molto prodotti più meritevoli, considerando solo i punti elencati prima.