WhatsApp: come recuperare i messaggi eliminati dai vostri contatti

Come tentiamo di spiegare con regolarità, la sicurezza su WhatsApp non è mai troppa. Negli ultimi mesi, nonostante le accortezze prese dal servizio di messaggistica istantanea, sono aumentati gli strumenti a disposizione di malintenzionati o hacker vari.

Ciò significa che i messaggi personali che scambiamo tutti i giorni con parenti ed amici potrebbero essere a rischio e magari potrebbero essere intercettati da terze persone.

Come proteggere il proprio profilo WhatsApp

Oggi vi presentiamo quattro soluzioni per correre meno rischi di essere spiati ogni qual volta si entra su WhatsApp.

Conversazioni crittografate. La crittografia end-to-end è la principale mossa pensata da WhatsApp per rendere sicure le nostre conversazioni. Attraverso tale tecnologia le chat dovrebbero essere visibili solo dalle parti in causa. Per verificare il corretto funzionamento della crittografia, è possibile consultare il particolare codice QR relativo ad un contatto e verificarlo con il contatto stesso. Se i codici combaciano (come deve essere) le conversazioni saranno inviolabili.

Attivare le notifiche di sicurezza. Attraverso l’attivazione delle notifiche di sicurezza nel menù “Impostazioni” saremo in grado di essere aggiornati real time riguardo cambi di codice QR e configurazioni diverse della privacy

Abilitare la verifica in due passaggi. Per tutti i maniaci della sicurezza, la verifica in due passaggi è un ottimo deterrente che protegge WhatsApp da mani indiscrete. Con tale feature, ogni qual volta si andrà ad attivare un account, sarà necessario inserire un codice PIN dopo il codice di conferma che arriva tramite sms.

Utilizzare una password. E’ possibile proteggere le proprie chat con una password speciale. Tutto ciò che occorre è un programma chiamato Hexlock, scaricabile da Google Play