facebook

Le persone spendono sempre meno tempo su Facebook, stando a quanto affermato da Mark Zuckerberg, il CEO della società. Zuckerberg ha precisato che, nell’ultimo trimestre, le persone trascorro “circa 50 milioni di ore” al giorno in meno su social.

La società ha effettuato alcuni che cambiamenti per arginare tale situazione, concentrandosi sulla qualità delle interazioni e delle connessioni. Il CEO si riferisce ovviamente al cambio di algoritmo che ha interessato il newsfeed, dando priorità ai post degli utenti piuttosto che a pagine – le quali riceveranno visibilità solo se sponsorizzeranno i post.

A ben vedere, comunque, tali cambiamenti sono entrati a pieno regime solo nel quarto trimestre 2017: la crisi di ore spese sul social ha avuto inizio ben primi.

Wall Street è molto preoccupata dalla situazione e gli azionisti cominciano ad essere infastiditi. Meno tempo speso sul social, di solito, significa meno denaro. E questo non va affatto bene.

I numeri reali di Facebook rimangono comunque impressionanti, questo va riconosciuto. Negli ultimi tre mesi dell’anno, Facebook ha registrato vendite record, fatturando oltre 12.97 miliardi di dollari – più dei 12,54 miliardi dollari prospettati da Wall Street.

Leggi anche:  Facebook utilizza i dati per dividere gli utenti in classi sociali

LA CAUSA

Attualmente, Facebook conta oltre 1,4 miliardi di utenti, con una crescita del 2,18% nell’ultimo trimestre – contro il 3,8% del trimestre precedente. Stando a quanto affermato da Zuckerberg, la crescita più bassa è imputabile al minor tempo speso per guardare video virali in bacheca; in tal senso, abbiamo una riduzione delle ore sul social, o meglio: 2,14 minuti al giorno per utente.