iPhone SE

Per Apple e per la famiglia degli iPhone non è stato un buon inizio di 2018. Come tutti gli analisti stanno riportando in queste ore, a Cupertino è scattato il campanello d’allarme per quanto concerne l’andamento sul mercato dell’ultimo melafonino (rinominato “Ten” in occasione del decimo anniversario della fortunata serie).

Il quasi flop firmato iPhone X

iPhone X non sta rendendo alla prova dei fatti come preventivato. Soprattutto in Europa ed in Cina (territorio, quest’ultimo, cruciale oggi giorno per gli smartphone) le stime di vendita sono molto inferiori rispetto alle previsioni.

Apple si trova quindi in bilico ed è costretta a rivedere tutta la sua strategia futura.

Apple cambia la sua strategia di investimenti

Rispetto alle voci che volevano l’azienda di Cupertino nuovamente in scena questa primavera con il lancio di un nuovo iPhone SE, ora qualcosa sembra essere cambiata.

Nella stanza dei bottini del team californiano ora filtra molta indecisione a riguardo. L’agenzia KGI ed il suo team di addetti ai lavori fanno sapere come Apple sia molto restia a investire ingenti somme di denaro per un progetto (uno smartphone verosimilmente low cost rispetto agli standard) più che secondario.

Leggi anche:  MediaWorld annienta Euronics e Unieuro: ecco le nuove offerte incredibili sui smartphone

L’azienda, infatti, preferirebbe investire molta pecunia sulla produzione dei prossimi iPhone in uscita a settembre per rilanciare un marchio che non gode certo di ottima salute.

La porta che induce alla realizzazione di un iPhone SE di seconda generazione resta sempre aperta. Rispetto però ai tempi più che ottimistici delle ultime settimane (si parlava di maggio o giugno), l’attesa potrebbe prolungarsi e non di poco.