Huawei P20

Sebbene non perfetto, il P10 di Huawei – lanciato, ricordiamo, nei primi mesi del 2017 – è stato un telefono eccellente: design a portata di utente, prestazioni della fotocamera eccezionali e grande durata della batteria.

Ci aspettiamo che Huawei sveli il successore del device nel marzo di quest’anno, con in più una novità: no P11, ma Huawei P20. Inizialmente abbiamo diffidato del cambio di nome, ma quando Huawei ha registrato il marchio “P20” e, più di recente, grazie a Roland Quandt, ce ne siamo fatti una ragione.

Huawei P20
Huawei P20, render

La vera novità di Huawei P20 risiederà nel comparto fotografico. Recentemente, abbiamo visto che Nokia potrebbe presentare uno smartphone con ben cinque fotocamere. Ora, ecco come P20 potrebbe presentarsi al pubblico con 3 fotocamere Leica da ben 40 megapixel complessivi.

Lo smartphone giungerà in tre varianti, come dichiarato da Roland Quandt su Twitter: Huawei P20, P20 Plus e P20 Lite

In ogni caso, la versione più interessante è senza dubbio Huawei P20 Pro; i suoi tre sensori saranno dispositivi in maniera orizzontale, e il suo pannello sarà molto particolare: stando ai rumor emersi nel corso di queste ultime settimane, il P20 Pro godrà di un Notch, ovverosia la caratteristica gobba presente su iPhone X. Non mancherà poi un Kirin 970 con Rete Neurale.

Leggi anche:  Huawei P20 assente al MWC: slitta la data di presentazione

A questo punto, non ci resta che incrociare le dita e sperare che il device sia lanciato al MWC 2018.