Vodafone svela la data del ritorno alla fatturazione mensile

Vodafone si trova letteralmente nella bufera, AGCOMAntitrust e tutti i consumatori l’hanno presa di mira a causa dei rincari dell’8,6% in ogni promozione. Le due Agenzie hanno presentato un esposto contro i singoli operatori telefonici.

Come ormai tutti noi sappiamo, verso fine MarzoVodafone tornerà ufficialmente alla fatturazione mensile. Tutte le offerte verranno rinnovate con scadenza ogni 30 giorni, e non più ogni 28 come è accaduto negli ultimi mesi. La legge è stata fortemente voluta dai consumatori e dal Parlamento Italiano. Approvata nel corso del mese di Dicembre, ogni operatore ha 120 giorni per adeguarsi, pena multe salatissime.

Vodafone, con un SMS direttamente sugli smartphone dei suoi clienti, ha annunciato il ritorno ai 30 giorni a partire dal 26 marzo, ma con una piccola sorpresa. Tutte le promozioni subiranno un rincaro dell’8,6%. In sintesi non pagherete di più all’anno, ma mensilmente la spesa sarà maggiore.

Vodafone fa infuriare tutti: AGCOM, Antitrust e Clienti

Immediata è stata la risposta da alcuni gruppi parlamentari, Partito Democratico in primis, per bocca di Alessia Morani e colleghi.

“Le compagnie telefoniche cercano di giustificare un aumento delle tariffe dell’8,6% che, dobbiamo ammetterlo, ha davvero dell’incredibile. La legge approvata dal Governo Italiano dovrebbe solamente permettere la transizione dalla fatturazione ogni 28 giorni a mensile, ma qui in Italia si rivela un bluff. Le aziende hanno iniziato ad inviare un messaggio con cui annunciano l’aumento delle tariffe”.

Di conseguenza, nel tentativo di tutelare i clienti delle singole aziende, Vodafone inclusa, è stato presentato un esposto all’AGCOM e Antitrust per impedire l’ennesimo rincaro mensile ai danni dei consumatori.