Ecco come disattivare i servizi a pagamento
Ecco come disattivare i servizi a pagamento

I servizi a pagamento molto spesso vengono attivati all’insaputa dei clienti o comunque in maniera poco chiara. Gli utenti si accorgono solo una volta che il loro credito è stato prosciugato. Perché bisogna dirlo, solitamente i servizi in abbonamento scalano in media 4/5 euro a settimana.

Fortunatamente, per i clienti di tutti i maggiori operatori, è possibile annullare tutti gli abbonamenti sottoscritti per errore o senza saperlo. In alcuni casi si ha addirittura diritto ad un rimborso dell’importo addebitato.

Come disattivare servizi a pagamento con Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia

Prima di tutto bisogna dire che, solitamente dietro ai servizi a pagamento attivati, c’è la piattaforma MobilePay. Per fortuna degli utenti, la piattaforma offre un sito nel quale è possibile disattivare molto facilmente qualsiasi abbonamento sottoscritto.

Se siete dei clienti Tim potete disattivare i servizi a pagamento in vari modi, il primo è quello di accedere via web all’area MyTim Mobile oppure chiamare il 119 e parlare con un operatore. Se avete ancora l’SMS di attivazione invece, potete disattivare il servizio seguendo le istruzioni contenute nel messaggio. Come ultima spiaggia, potete inviare un SMS al 119 con scritto “disattivazione servizi VAS”, così facendo disattiverete tutti i servizi VAS che avete attivi.

Per disattivare invece solo alcune delle categorie esistenti, alla fine del messaggio dovete inserire la categoria in questione: “anonimi e scherzi“, “BL TuuTuuTIM” si tratta dell’attesa con suoneria, “Black List Ticketing” per i pagamenti ticket attraverso il credito. E ancora “Charity” per le donazioni, “Servizi Bancari” per le notifiche bancarie e “VM18” per i contenuti per adulti. Per ottenere il rimborso, potete inviare un SMS sempre al 119, 12 giorni dopo l’attivazione del servizio con la scritta “reclamo servizi VAS non richiesti” o chiamare direttamente il 119.

Vodafone

Se siete clienti Vodafone potete procedere in due diversi modi, il primo è quello di chiamare il 190 e seguire la procedura guidata, solo in questo modo potrete anche ricevere un rimborso. Il secondo modo è quello di andare sul sito di Vodafone ed accedere all’area “fai da te“. Selezionate il numero telefonico su cui sono attivi i servizi e cliccate sulla voce “La tua offerta” e successivamente “gestisci le tue promozioni“. Da qui potrete facilmente disattivare tutti i servizi a pagamento che a voi non interessano.

Wind

Se siete clienti Wind dovete rivolgervi al vostro operatore telefonico che gestisce i contenuti in tre diverse categorie: contenuti per adulti, servizi in abbonamento e servizi con sovrapprezzo. I contenuti per adulti li potete disattivare inviando una raccomandata con il seguente modulo compilato a “Wind Tre S.p.A. casella postale 14155, Ufficio postale Milano 65, 20152 Milano MI“. Per i servizi in abbonamento inviare un SMS con scritto “STOP” AL 48048. I servizi con sovrapprezzo sono i numeri che iniziano con 899 seguidi dalla decade 4, per disattivarli basta chiamare il servizio clienti al 155.

Tre

Se invece siete clienti Tre, avrete la via più semplice rispetto agli altri operatori. Vi basterà infatti chiamare il servizio clienti al numero 133 oppure contattare un operatore tramite i vari social network. Se il contatto con l’operatore avviene in tempo, sarà possibile anche ottenere un rimborso e un blocco per evitare sottoscrizioni future.

Il consiglio è sempre quello di chiamare tempestivamente l’operatore di fiducia non appena ci si accorge di aver sottoscritto un servizio a pagamento senza volerlo.