sky q

Se state pensando di aggiornare il vostro vecchio decoder Sky e passare al nuovissimo sistema Sky Q, probabilmente avete scelto il momento sbagliato per farlo.

Le richieste di installazione infatti sono talmente numerose da aver creato una lista d’attesa tale da richiedere almeno due mesi di pazienza. Ebbene si, il vostro nuovissimo impianto per vedere film, serie tv e sport dovrà aspettare almeno marzo per arrivare nelle vostre case.

Si stima infatti che le richieste si aggirino attorno al milione e considerando il tempo necessario per l’installazione del dispositivo e l’adeguamento dell’impianto (tra le due e tre ore circa) i tempi di attesa sono ben giustificati.

Il nuovo sistema è infatti molto più completo e quindi complesso da installare e nella maggior parte dei casi richiede un intervento lungo che parte con la verifica del’impianto e il suo eventuale adeguamento per renderlo adatto a far funzionare al meglio il vostro nuovo decoder. Nei prossimi mesi è previsto il lancio delle programmazioni in 4K HDR e Sky Q sarà l’unico dispositivo in grado di supportarle, ma per farlo ha bisogno di una connessione veloce e di un impianto satellitare impostato ad hoc.

Se poi si aggiungono anche le richieste di coloro che hanno già Sky Q per aggiungere ulteriori Sky mini (per vedere i programmi del proprio abbonamento in diverse stanze della casa) allora i ritardi sono totalmente giustificati e plausibili.

Le novità di Sky Q

Ma quali sono le novità che hanno spinto milioni di utenti a fare richiesta per aggiornare il proprio sistema pay tv?

Leggi anche:  Sky commette un grave errore, gli abbonati sono in rivolta

Innanzitutto il decoder ha un design innovativo ed elegante, che ben si presta a prendere posto anche nelle case più moderne e ben arredate d’Italia, così come il piccolo telecomando fornito assieme ad esso, che finalmente sfrutterà il bluetooth.

Il sistema sarà composto da uno Sky Q che svolgerà da server e al suo interno avrà 12 tuner satellitari e uno per il digitale terrestre. Il disco al suo interno ha una capacità di 2 terabyte che vi permetteranno di archiviare 1000 ore di contenuti in HD e potrete registrare quattro programmi in contemporanea mentre ne guardate un quinto. Non vi perderete mai più niente dell’enorme offerta dei programmi di Sky, insomma. Inoltre sarà possibile abbinarvi uno o più Sky Q Mini, dei piccoli ricevitori wireless che, sfruttando la vostra linea Wi-Fi, vi permetteranno di portare tutti i contenuti inclusi nel vostro abbonamento in qualsiasi altra stanza della casa e saranno controllabili con i loro telecomandi dedicati.

Se invece volete guardare le vostre registrazioni e gli streaming on demand comodamente sul vostro tablet o smartphone, potrete farlo utilizzando la nuovissima applicazione dedicata, chiamata semplicemente Q, che vi permetterà di sincronizzare i dati sul dispositivo scelto e di riprodurli dove vi pare (al momento, solo se il dispositivo rimane connesso alla stessa rete Wi-Fi del decoder principale).