cambiare dns su windowsI DNS (Domain Name System) rappresentano un sistema importantissimo per la struttura di Internet. È grazie ad essi, infatti, che è possibile la conversione da un indirizzo IP, che è una lunga sequenza numerica, a un indirizzo come può essere www.google.it, molto più semplice da ricordare e, quindi, anche da visitare. Ogni dispositivo connesso ad Internet come un computer, un cellulare o un tablet è connesso a un indirizzo DNS che viene solitamente ereditato dall’ADSL o dalla rete dati a cui si è connessi. DNS diversi hanno però caratteristiche diverse: alcuni possono infatti essere più veloci, altri possono avere funzionalità importanti e altri permettono di accedere a contenuti che in una nazione possono essere bloccati e in altre invece no.

Proprio per questo motivo cambiare DNS può rivelarsi utile per usufruire al meglio della nostra connessione Internet. I server DNS possono essere cambiati sia sul cellulare e sul tablet, sia sul nostro computer portatile Windows. Esistono diversi metodi che portano allo stesso risultato: qua sotto troverai la soluzione più veloce.

Prima di tutto, è necessario capire quali server DNS possono essere i migliori da scegliere. Di server DNS ne esistono infatti diversi tipi e ognuno ha le sue caratteristiche definite. Quelli che sembrano i migliori in circolazione sono i server di Google DNS e Open DNS.

Google DNS sono noti e raccomandabili soprattutto perché sono server veloci. Essendo server internazionali, tra l’altro, consentono a chi si connette ad essi di poter accedere a siti che per un ragione o per l’altra sono stati oscurati nella nostra nazione. Anche i server di Open DNS sono veloci e oltre a questa importante caratteristica integrano al loro interno un buon sistema di Parental Control, grazie al quale possiamo evitare che i minori (per esempio i nostri figli) possano accedere a siti che consideriamo non adatti alla loro età come siti per adulti o siti per scommesse. Qua sotto trovi la combinazione numerica che appartiene ad entrambi e che tra poco, vedrai, ti tornerà utile:

 

Server DNS di Google

  • Server DNS predefinito: 8.8.8.8
  • Server DNS alternativo: 8.8.4.4

Server DNS di OpenDNS

  • Server DNS predefinito: 208.67.222.222
  • Server DNS alternativo: 208.67.220.220

Non sono solo questi due i server DNS validi e di qualità, ma ne esistono molti altri. Se si reputano Google DNS o OpenDNS non adatti alle nostre esigenze si possono trovare tutti questi server grazie ad alcune applicazioni, in grado di “scovare” ciò di cui abbiamo bisogno. Un esempio è Namebench, applicazione disponibile gratuitamente in Internet per Windows, che può trovare la giusta connessione adatta al nostro dispositivo.

Ora che sappiamo cos’è un server DNS e sappiamo quali sono quelli più adatti alle nostre esigenze manca solo spiegare come fare per cambiare la nostra connessione e poter quindi avere accesso a un Internet più veloce. Esistono diverse procedure: qui sotto trovare la procedura più veloce e pratica anche per chi è poco avvezzo alla tecnologia.

La tecnologia definita “standard” consente di cambiare il server DNS agendo direttamente dalle impostazioni di Windows. Per iniziare bisogna fare click destro sull’icona delle rete, che troviamo nell’angolo in basso a destra del nostro desktop, proprio accanto all’orologio. Questa icona assume una forma diversa a seconda della connessione che stiamo utilizzando, un monitor bianco o le tacchette della nostra connessione Wi-Fi. Dal menu che si apre una volta schiacciato il tasto destro bisogna selezionare l’opzione Apri centro di connessione di rete e condivisione. Un procedimento alternativo è quello di partire dal menu di Start (in basso a sinistra, la bandiera di Windows) e da lì selezionare le Impostazioni (l’icona a forma di ingranaggio) nella parte sinistra del menu. Ultimo passo è selezionare l’icona di Rete e Internet dalla finestra appena comparsa.

Leggi anche:  Come cambiare i DNS su Android, la guida completa

Una volta aperto il Centro di connessione di rete e condivisione bisogna fare click sulla voce Modifica opzioni scheda. Questa voce si trova in Ethernet, che si trova nella barra laterale di sinistra, in Windows 10; in Windows 7 e Windows 8 la troviamo senza bisogno di passaggi ulteriore nella parte del menu in alto a sinistra: è la terza opzione. Una volta aperta la voce Modifica opzioni scheda si apre l’elenco delle schede di rete. Individuata la scheda di rete in uso premete il tasto destro su di essa e dal menu a tendina che vi sarà comparso selezionate Proprietà.

Da questo men è necessario fare click sulla connessione che si sta utilizzando (Connessione a rete wireless o Ethernet) dove troviamo la scritta Tipo di accesso. Una volta apertasi una nuova finestra selezionare di nuovo la voce Proprietà per accedere alle impostazioni della connessione. Arrivati a questo punto manca davvero poco.

Dal menu che troviamo aperto bisogna individuare la voce Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) nell’elenco che compare sotto la voce La connessione utilizza i seguenti elementi. La casella deve essere selezionata. Cliccando sul bottone proprietà in basso potremo selezionare la voce Utilizza i seguenti indirizzi server DNS.

Nelle due voci che troviamo sotto la dicitura “Utilizza i seguenti indirizzi server DNS” bisognerà inserire la sequenza numerica del server DNS che abbiamo scelto di utilizzare per la nostra connessione. La sequenza di Google DNS e OpenDNS è scritta qualche riga più sopra, mentre se avete trovato altri server DNS e preferite quelli saprete già come trovare il loro indirizzo DNS. Inserite le due sequenze in Server DNS preferito e Server DNS alternativo e, digitando Ok, avrete salvato tutte le modifiche che avete apportato al vostro sistema.

Se per qualche motivo il server a cui vi siete connessi non dovesse soddisfarvi per cambiare di nuovo il DNS è necessario compiere lo stesso procedimento. Se invece preferite tornare alla prima situazione, ovvero al sistema DNS predefinito, dovrete spuntare la voce Ottieni indirizzo server DNS automaticamente dallo stesso menu in cui avete precedentemente inserito la sequenza numerica.