WhatsApp: la truffa del 2018 ruba soldi agli utenti TIM, Vodafone e Wind Tre

WhatsApp è la chat di messaggistica più amata da tutti noi. Attraverso il servizio ogni giorni miliardi di utenti si scambiano miliardi di messaggi ed anche milioni di file. Una delle caratteristiche del servizio, infatti, è la possibilità di inviare e ricevere documenti di ogni genere (foto, video, pdf, note audio).

Musica su WhatsApp: come ascoltarla

Nonostante le grandi feature, ci sono però ancora alcuni punti oscuri. Ad esempio, in molti si chiedono come fare a sentire musica direttamente su WhatsApp. Con la piattaforma possiamo decidere di condividere brani di Spotify, YouTube, Apple Music ma senza l’ausilio di poterli ascoltare direttamente in chat. Ogni volta si viene rimandati all’applicazione di genere.

L’unico metodo per poter ascoltare musica su WhatsApp è l’utilizzo delle storie. Proprio come per Instagram e per Facebook, le storie del servizio di messaggistica ci consentono di registrare musica in background.

Il meccanismo è molto semplice. Basta scegliere il brano da registrare su uno dei contenitori di streaming. Successivamente si apre la fotocamera di WhatsApp e si registra un video di 15 secondi. L’utente può scegliere di registrare su sfondo nero (con la classica mano sulla telecamera) oppure di riprendere l’ambiente intorno a lui. A fine video, l’audio della canzone sarà perfettamente sovrapposto al filmato creato.

Per ora niente note vocali

In molti credono che la musica su WhatsApp sia condivisibile anche attraverso le note vocali. Purtroppo la credenza popolare deve essere smentita. Ogni qual volta si avvia una registrazione vocale, il suono in background sul dispositivo cessa di essere riprodotto.