Nintendo-Labo

Nintendo ha sempre preso strade un po’ diverse rispetto alle altre compagnie videoludiche, per lo meno in fatto di console. Se infatti nel campo dei videogiochi si è praticamente adagiata sulle vecchie glorie, come Mario o Zelda tirando fuori solo poche novità sul lungo periodo, sulle console ha sempre voluto fare qualcosa di più. Già dai tempi del Game Cube, che per quanto non ha conquistato il mercato era un dispositivo interessante, al Nintendo DS e famigliari per passare poi alle due Wii e infine alla Switch.

Già di per sé è stata un’idea azzardata, doppiamente considerando il mezzo fallimento della Wii U. Già con quest’ultima avevano voluto aggiungere un elemento nuovo, un Tablet come Joystick che alla fine divenne più usato della console stessa. Questo poi è diventato la Switch, un Tablet console, e ora l’azienda ha voluto introdurre un nuovo modo per utilizzarla.

Nintendo Labo

Si tratta di una nuova iniziativa che prevede l’uso di cartone per creare accessori fai-da-te in grado di trasformare i controller Joy-Con in qualcosa di diverso come una canna da pesca o un pianoforte. Queste “modifiche” al joystick permetteranno un controllo speciale a seconda dei mini-giochi che sceglieremo.

Secondo gli ideatori è basata su tre punti chiavi: creare, giocare e stupire. Il prodotto stesso si presenta sotto forma di un kit al cui interno sono inclusi una cartuccia Nintendo Switch e una serie di fogli di cartone, oltre ad una manciata di altri accessori utili per costruire i Toy-Con. Si tratta un’idea perfetta per far divertire una famiglia intera, obiettivo sempre stato primario per Nintendo. I più grandi si concentrano sul creare e sull’assemblaggio mentre i più piccoli si divertono a usare le creazioni. Ovviamente funziona anche al contrario.

Della vasta gamma di accessori, al momento creabili, il più interessante, oltre che il più complicato, risulta senza dubbio il pianoforte, rigorosamente in cartone. A patto che si riesca a crearlo, poi ci va inserito un Joy-Con in un buco presente nella parte posteriore e ogni volta che si premerà un tasto di cartone la Switch produrrà il suono assegnato.

Labo è diverso da qualsiasi altra cosa creata da Nintendo in precedenza, ma che si capisce essere partorito da questa compagnia. La società ha una storia unica nell’esplorazione delle tendenze in modo nuovi. Riesce aggiungere anche l’idea di dare ai bambini una migliore comprensione della tecnologia che li circonda inserendo il tutto in un pacchetto non convenzionale e giocoso. Potrebbero essere un modo nell’instillare più curiosità nei bambini e non una mera fruizione della console.

Per aggiungere un altro elemento di creatività, Nintendo ha dato la possibilità di colorare gli elementi in cartone per aggiungere creatività. Anche questa cosa è ovviamente pensata per i bambini, ma non è difficile immaginare adulti che si mettono li e ci mettono ore per colorare il tutto in una maniera unica.

Nintendo Labo sarà lanciato il 20 aprile e sarà disponibile in due versioni. Il Kit varietà che include cinque giochi diversi e Toy-Con per 69.99 dollari. Il Kit Robot invece sarà venduto separatamente per 79.99 dollari.