bitcoinSe sei un investitore di Bitcoin il cui portafoglio ha appena perso quasi la metà del suo valore, ti verrebbe perdonato il fatto di sentirti un po’ pessimista al riguardo. Ma i rumor sulla criptovaluta affermano che il Bitcoin salirà a un prezzo di 100.000 dollari nel 2018.

Kay Van-Petersen, analista di Saxo Bank, ha affermato che la moneta virtuale più famosa del mondo potrebbe aumentare di valore solo nel 2018. Nel dicembre 2016, aveva previsto che il Bitcoin avrebbe raggiunto i 2.000 dollari nel 2017 e si è dimostrato tutto vero quando ha superato questa valutazione a maggio e ha raggiunto un picco di quasi 20.000 dollari a dicembre.

Il recente lancio di scambi su Bitcoin, ha detto, permette alle persone di scommettere sui suoi movimenti di prezzo. Se i mercati futuri si dimostreranno di sicuro successo, potrebbero rendere più agevole il percorso delle criptovalute. Ed ha suggerito che il Bitcoin potrebbe essere “rivalutato” ad un prezzo ancora più alto. “È un po’ come costruire una base, quindi rivalutare“.

Il Bitcoin è crollato di quasi la metà questa settimana. Il crollo del mercato è stato motivato dal timore che una criptavaluta globale possa fare la sua “inaspettata” comparsa. La Bundesbank tedesca ha chiesto la regolamentazione globale del Bitcoin, mentre il ministro delle finanze francese vuole regole più severe per le criptovalute.

I critici

Non tutti, quindi, sono così ottimisti in merito ai Bitcoin e i critici si sono fatti avanti per sottolineare tutta questa serie di accadimenti. La settimana scorsa, il miliardario statunitense Warren Buffett ha escluso gli investimenti in criptovalute, avvertendo che il boom dei Bitcoin “finirà male”. Jamie Dimon, amministratore delegato di JP Morgan, ha definito il Bitcoin una “frode” e ha detto che avrebbe licenziato i dipendenti che avrebbero commerciato la valuta digitale.