WhatsApp continua ad essere un labirinto pieno di pericoli per gli utenti meno avvezzi alla tecnologia e per coloro che sottovalutano certi tipi di messaggi. Nella chat più popolare al mondo si celano alcune insidie potenzialmente dannose per migliaia di profili attivi.

Su WhatsApp le carte di credito sono in pericolo

Oggi vogliamo parlarvi di una nuova truffa che sta spopolando a livello mondiale sulla piattaforma: la truffa dei finti buoni Amazon.

Cybercriminali e malintenzionati del web creano delle catene di Sant’Antonio per pubblicizzare la presenza di fantomatici coupon da spendere sul sito di ecommerce più famoso del pianeta. Gli utenti che vengono invitati a riscattare il buono sono reindirizzati su un sito internet non sicuro (tramite link allegato al messaggio).

Sul sito internet saranno poi richieste informazioni sensibili, riservate e personali tra cui dati anagrafici e generalità della propria carta di credito. Proprio qui si dovrà fare molta attenzione.

Comunicando il numero della propria carta di credito, con conseguente codice di sicurezza a tre cifre e con la data di scadenza, si darà nelle mani di sconosciuti l’accesso alle nostre risorse finanziarie.

Leggi anche:  WhatsApp: il trucco perfetto per leggere i messaggi di nascosto, niente spunte blu

I malintenzionati avranno quindi modo di comprare online o di spendere i nostri soldi a loro piacimento.

Evitare truffe una volta e per sempre

Per evitare questo tipo di truffe su WhatsApp il consiglio è sempre lo stesso. Ogni qual volta ci si trova dinanzi a messaggi del genere l’unica alternativa è quella di bloccare il mittente. Solo in questo modo potremo star tranquilli anche da futuri messaggi dannosi.