amazon ces 2018Alexa di Amazon sta estendendo il suo dominio a un nuovo set di gadget. Allarme antincendio, uno specchio intelligente da 1.300 dollari, un computer personale davvero interessante. In quella che sta diventando una tradizione annuale, la fiera CES dedicata all’elettronica che si tiene questa settimana a Las Vegas, Amazon ha portato una serie di nuovi gadget sviluppati per funzionare con il software Alexa.

Un’altra novità di quest’anno è la competizione. Quella seria, quella con Google. Che, dal canto suo, sta cercando di fare un salto di qualità con nuovi aggeggi che possono essere controllati dal suo Google Assistant.

Per la prima volta da diversi anni, Google ha piazzato la bandiera al CES con un grande stand tutto suo, che il capo della ricerca GBH Insights Daniel Ives attribuisce alla crescente importanza del software che può essere utilizzato per gestire altri dispositivi connessi a Internet. Ives si aspetta “una grande spinta” al gigante della ricerca californiano alla fiera. Altoparlanti intelligenti, come Amazon’s Echo e Google’s Home, stanno “diventando rapidamente il fulcro delle case intelligenti“, ha affermato.

La competizione per costruire software che le persone possono gestire con la loro voce è uno degli argomenti più scottanti nella tecnologia consumer. Oltre ad Amazon e Google, l’attenzione di giganti come Apple, Microsoft e Samsung è spietata. Alcune di queste aziende hanno punti di forza che Amazon non può eguagliare. L’Assistente di Google può essere richiamato su smartphone Android, ad esempio, e Siri “vive” sugli iPhone di Apple. L’assistente digitale Cortana di Microsoft è installato per impostazione predefinita sui computer Windows 10. Ma Amazon è in testa alla corsa per creare software in grado di controllare altre macchine.

Leggi anche:  Amazon lancia un regalo per tutti i suoi clienti, ecco come ottenerlo

Amazon ha rubato la scena al CES dello scorso anno, con i produttori che annunciavano una vasta gamma di nuove integrazioni tra i loro prodotti e Alexa. Da allora, l’azienda ha lanciato una nuova linea di diffusori Amazon Echo, tra cui un modello progettato per rendere più semplice per i consumatori iniziare ad utilizzare Alexa per gestire le proprie luci, frigoriferi e televisori.

Durante i giorni prima del calcio d’inizio del CES questa settimana, i nuovi dispositivi abilitati per Alexa hanno spaziato dall’elettronica classica (una televisione Hisense, un dispositivo GPS Garmin), fino ad arrivare ad una coppia di smart glasses da 1.000 dollari.

Altri dispositivi sembrano estendere la definizione di “casa intelligente”. Si è visto uno specchio a marchio Kohler, il Verdera Voice Lighted Mirror con microfoni e altoparlanti incorporati. Gli utenti possono utilizzare i comandi vocali per accendere e spegnere le luci incorporate dello specchio e sfruttare le altre abilità di Alexa, come chiedere un bollettino meteorologico. Il modello da 24 pollici parte da 1.332 dollari.

Alexa sta facendo anche il suo ingresso nel regno di Microsoft Cortana. Lenovo, HP e altri importanti produttori di personal computer hanno annunciato questa settimana che alcuni nuovi modelli di computer includeranno la possibilità di conversare con Alexa.