Cambiano le regole del Roaming Europeo
Cambiano le regole del Roaming Europeo

Dall’inizio di questo 2018 sono cambiate alcune regole sulle limitazioni del Roaming Europeo “like at home” entrato in vigore il 15 giugno 2017. Secondo la Regolamentazione Europea è possibile effettuare chiamate, mandare SMS e navigare in tutta l’Unione Europea con la propria offerta nazionale.

Per quanto riguardano i Giga, l’operatore telefonico può limitare la disponibilità in base al canone dell’offerta nazionale. Dal 1° gennaio 2018 questi limiti sono stati aumentati.

Roaming Europeo, ecco cosa cambia nel 2018

Le soglie massime per l’utilizzo dei Giga sono cambiate, molti operatori telefonici hanno infatti aumentato i GB disponibili. Per calcolare quanti Giga si hanno a disposizione nei Paesi Europei fuori dall’Europa basta fare una semplice operazione: “costo mensile offerta : 7,7 il tutto moltiplicato per 2“. Fino a settimana scorsa il coefficiente era 7,7 ma dal 1° gennaio è sceso a 6.

Non finisce qui, perché negli anni che verranno le soglie aumenteranno sempre di più e i costi dei Giga extra diminuiranno. Per esempio ogni GB extra nel 2019 costerà 4,50 euro mentre nel 2022 scenderà a 2,50 euro. Ricordo che TIM, per i propri clienti non prevede alcun limite sull’utilizzo dei Gigabyte.

State inoltre attenti ai Paesi che pur facendo parte dell’Unione Europea non hanno aderito all’iniziativa, che sono Albania, Turchia, Principato di Monaco, Svizzera e San Marino.

Scoprite anche la nuova iniziativa di Tre per attivare Play GT5