Apple, che piaccia o no ormai, è un simbolo, una compagnia influente quando si parla di tecnologia da cui molti prendono ispirazione. In questo 2017 ha dimostrato di poter dare ancora molto e continuerà a farlo e inoltre è uscita anche bene come immagine globale. Certo l’annuncio ufficiale che li vede rallentare gli smartphone più vecchi avrà qualche ripercussione, ma niente di preoccupante. Stiamo parlando di una compagnia da 900 miliardi di dollari.

Buoni prodotti e buona politica

Considerando la data di rilascio degli iPhone del 2016 e quelli di quest’anno, settembre in entrambi i casi, Apple ne ha venduti a pacchi di smartphone. Ma in questo campo il re è stato l’iPhone X. Un display OLED senza volto, ma che ha la funzione di riconoscere quello degli utenti. Prima solo voci e poi realtà è uscita conquistando il mercato, nonostante il prezzo.

Di problemi ce ne sono stati tra riconoscimenti di volto sbagliati e qualche aggiornamento lasciato troppo in fretta, ma è andato a ruba tanto che l’offerta non è riuscita a colmare la domanda.

Leggi anche:  Apple "Digital Health": con iOS 12 arriva la funzione più attesa dai genitori

Comunque anche gli altri due smartphone, l’iPhone 8 e 8 Plus non sono stati da meno, insieme hanno raggiunto il 40% degli iPhone venduti.

Sono tornati anche i computer che tra MacBook, MacBook Pro e iMac si è registrato un aumento delle vendite di questi dispositivi.

L’Apple TV rimane un po’ deludente come l’ormai datato iTunes.

Apple rimane una compagnia affidabile, soprattutto in fatto di sicurezza e questo l’ha resa particolarmente attaccabile con la notizia dei downgrade dei vecchi Smartphone. Comunque ne è uscirà dai vari processi in merito, veri o solo pretesti per far soldi, inizierà l’anno con il vento favorevole del 2017.