WhatsApp

Lo smarrimento ed il furto del proprio smartphone è quanto di peggiore si possa augurare ad una persona nel suo quotidiano. Non soltanto c’è da fronteggiare il danno economico (basta solo pensare che la maggioranza dei device oggi ha un prezzo superiore o vicino ai 500 euro), ma anche il danno in termini di privacy.

Sul telefono, nella maggior parte dei casi, sono presenti i dati personali e riservati degli utenti; dati che nelle mani sbagliate potrebbero ritorcersi contro.

Recuperare lo smartphone con WhatsApp

Recuperare uno smartphone rubato è quanto di più difficile ci possa essere, anche se ora possiamo contare su un aiuto in più. Grazie al nuovo aggiornamento, da poco introdotto, chi utilizza WhatsApp potrà in alcuni casi risalire al proprio device.

Facciamo una premessa. Il metodo che vi stiamo presentando ora è valido esclusivamente per i furti con smartphone acceso. La tecnica non ha valore quando il dispositivo è spento o viene spento dai malviventi.

Leggi anche:  Whatsapp: una falla nel sistema mette a rischio i vostri dati sfruttando i gruppi

Grazie all’innovativo sistema della localizzazione in tempo reale, con l’aiuto di un nostro amico sarà possibile risalire al cellulare. Tutto ciò che conta è mantenere attiva l’impostazione di localizzazione temporanea su WhatsApp.

A smartphone perso, sarà necessario avvisare un contatto con cui si condivide la posizione, per arrivare al device.

Mai dimenticare di contattare le forze dell’ordine

Il metodo di WhatsApp però non deve far dimenticare la consueta prassi. Al furto o allo smarrimento è sempre necessario avvertire le forze dell’ordine.