tim, wind, tre, vodafone segnale telefonicoAvete mai avuto l’impressione che i simboli sul proprio smartphone che dovrebbero indicare l’intensità del segnale non siano troppo precisi ed affidabili? Vi è mai capitato, ad esempio, a volte con sue tacche di 4G di non riuscire a sentire la musica in streaming ma magari in altre situazioni a riuscirci con una tacca sola? Ciò accade perché i misuratori del segnale sui nostri smartphone sono molto approssimativi, spesso imprecisi, infatti in realtà la scala dei valori della potenza del segnale ricevuto dal proprio telefono va addirittura da 1 ad oltre 120. Tuttavia c’è un modo per avere accesso a questi dati con precisione. Ovviamente la procedura cambia a seconda del telefono che dobbiamo sottoporre al test.

Nel caso dell’iPhone non sarà neanche necessario installare un’app, ma nel caso dell’Android sarà necessario installare un’applicazione apposita, Network Cell Info, che si può rinvenire sul Play Store, e può essere scaricata in versione Lite gratuita o completa e senza pubblicità; la versione completa permetterà di avere più grafici relativi alla potenza del segnale, diversi misuratori della potenza del segnale ed inoltre la possibilità della misurazione anche in caso di telefono Dual Sim.

Finalmente la possibilità di sapere quanto segnale abbiamo sul nostro smartphone

Una volta avviata, l’app vi permetterà di visualizzare il valore della potenza del segnale che ricevete, i dati saranno riportati con un segno negativo che li precede: il che è assolutamente non normale, in quanto la scala dei valori parte da -120 ed arriva allo 0 che rappresenta la potenza del segnale massima che si può avere, la migliore qualità del segnale che si può avere. In generale una buona connessione è compresa fra -44 e -77, mentre una connessione scarsa ed inaffidabile si ritrova nei valori compresi fra -102 e -120. Grazie a questa app potremo finalmente capire in quali posti disponiamo di una connessione affidabile e in quali no, così da poterci regolare nelle nostre necessità, come può essere una telefonata familiare o quella importante mail di lavoro che stavamo aspettando.

Nel caso in cui si verificasse l’eventualità di un segnale debole dobbiamo comunque avere presente il fatto che il segnale dipende da tanti fattori oltre al nostro cellulare, il collegamento fra il nostro cellulare e l’antenna di trasmissione ad esempio, deve essere il più possibile libero da ostacoli fisici, per questo nel momento in cui entriamo in un tunnel o andiamo sottoterra vediamo il nostro segnale affievolirsi incredibilmente fino allo sparire. Una delle molte ragioni per cui un cellulare può non prendere è possibile che sia dovuta all’app di Facebook installata nel nostro telefono, la quale nel caso i nostri amici sono molto attivi manda molte notifiche e questo può indebolire il segnale. Molto spesso la colpa del segnale debole può anche essere imputata ad un mal-funzionante sistema operativo e in questo caso bisogna ricordare che spesso un sistema operativo aggiornato non è sinonimo di un sistema operativo efficiente.