tim vodafone adolescenti smartphone

Tim e Vodafone hanno notato nell’ultimo periodo un aumento del traffico dati proveniente dagli smartphone di notte e da uno studio condotto da esperti in materia, si è rilevato che circa 80% degli adolescenti non riescono a dormire più di 6 ore.

Oggi tutti hanno un dispositivo tecnologico, anche i più piccini, ovvero i ragazzi che hanno solamente 10 anni. Ormai tutto questo è naturale, a quest’età almeno la maggior parte possiede molte apparecchiature tecnologiche e elettroniche. A partire dagli smartphone per concludere con i videogiochi e quindi le consolle.

Ma tutto questo potrebbe portare a gravi conseguenze fisiche e psichiche di ognuno dei ragazzi. Infatti durante uno studio svolto dal direttore del dipartimento delle neuroscienze, Claudio Mencacci, si è ottenuto come risultato, che molti adolescenti non dormono più come dormivano gli adolescenti prima dell’avvento della tecnologia.

Questo studio è stato svolto su centomila ragazzi, e la maggior parte di essi, aveva dei disturbi del sonno, correlati con l’utilizzo di apparecchiature tecnologiche, come lo smartphone, nelle ore serali, ovvero nelle ore in cui ognuno di noi si stia preparando ad andare a letto.

TIM, l’aumento di traffico di notte si nota anche sulle reti fisse

E di conseguenza tutto questo risulta essere un vero problema, i quanto l’attività del dormire, è una delle importanti, per il semplice motivo che, il nostro cervello solamente nelle ore in cui l’uomo dorme il cervello rimette in ordine tutte le proprie facoltà. E questo meccanismo risulta essere molto importante per la propria salute emotiva e sopratutto negli anni compresi, nella cosiddetta adolescenza, dell’essere umano.

Tutto questo problema, ovvero le poche ore di sonno di ogni adolescente, potrebbe aumentare, in ognuno di essi i livelli di stress, il quale agisce direttamente sui ragazzi. Quindi ad oggi il vero problema risulta essere proprio la presenza della luce blu degli schermi dei smartphone, tablet, computer, che tutti i ragazzi tendono ad utilizzare prima di addormentarsi. Quest’uso degli schermi blu, collegato anche con la mancanza delle ore di sonno potrebbe svilupparsi, in ogni ragazzo/a delle dipendenze.

Leggi anche:  TIM: la migliore promozione la porta la Befana, ecco 30 Giga per tutti

Inoltre sempre in seguito a questi studi, si è anche verificato che la depressione in ognuno di noi sta sempre aumentando soprattutto negli adolescenti. Infatti se parliamo con i dati alla mano, possiamo subito capire come questo fattore influenzi molto gli adolescenti. Infatti circa 200 mila giovani nell’età adolescenziale soffre di questo problema, la depressione. Quindi, in verità far abituare i nostri giovani di oggi a stare ore e ore vicini a questi schermi, è molto rischioso, in quanto oltre a questi problemi psichici, ci potrebbero essere altri problemi ancora più gravi. Perché come tutti noi sappiamo, tutti i dispositivi elettronici, emanano molte radiazioni, e molti studi hanno dimostrato cosa potrebbe accadere dopo un uso molto ma molto ossessionante. Di conseguenza, tutti questi dispositivi non fanno bene ai nostri ragazzi, anzi li danneggiano solamente, ma con questo no si deve intendere che tutti questi prodotti debbano essere vitati agli adolescenti. No, per tutto questo, si intende che si debba regolare l’utilizzo che ne fanno tutti, dai più grandi ai più piccoli. Quindi evitare di giocare o stare al telefono prima di dormire, ed evitare un uso continuo di questi dispositivi, come succede per molti adolescenti.