Nonostante Facebook abbia sempre affermato, più e più volte, di non volere mettere le pubblicità prima dei video, come YouTube, è comunque successo. Gli annunci pre-roll faranno compagnia a quelli mid-roll introdotti quest’ anno, un’altra forma che dicevano di voler evitare, e che invece.

Come funzioneranno

Tranquilli, questa modalità di pubblicità non ci infesterà la bacheca di Facebook. Comparirà solo sui video presenti nell’Hub dedicata, appunto, ai video, una sezione aggiunta quest’anno. Sono anche intervenuti modificano le modalità d’uso di quelle chiamate “interruzioni pubblicitarie“.

Queste non potranno più comparire dopo 20 secondi in un video, ma possono solo dopo 1 minuto. Anche i parametri per la lunghezza sono cambiati. I mid-roll possono essere usati solo per i video lunghi minimo 3 minuti mentre prima bastavano anche 90 secondi. La durata di questi annunci può arrivare fino a 6 secondi.

Sia le pubblicità iniziali che quelle in mezzo sono fastidiose per l’utente. Se l’utente medio le vede prima, lascerà stare il video e passerà oltre e così anche se le trova in mezzo. Per mantenere gli annunci, principale fonte di guadagno del social, ha dovuto inventarsi una nuova sezione nel sito.

Leggi anche:  WhatsApp, come capire se un nostro contatto ci ha bloccato

L’hubWatch” è una mossa che serve per dire “Guardate, siamo come YouTube.”. Il concetto è che nel momento in cui uno si reca volontariamente in quella finestra allora non si farà scoraggiare dalle pubblicità.

Qualcosa sta succedendo in casa Facebook in ogni caso. In questo periodo hanno deciso di smettere di sovvenzionare creatori di video e di articoli affinché pubblichino sul social network. Stanno anche facendo in modo di poter monetizzare Whatsapp senza effettivamente inserire pubblicità dentro l’applicazione. E ora questo. Forse sintomo dei problemi legati alla politica e alle varie influenze che possono avere avuto governi in confronto di altri tramite la piattaforma.

Probabilmente questa non sarà l’ultima aggiunta per quanto riguardo il sistema di pubblicità del sito. Chissà quali altri mosse hanno in serbo.