La scorsa settimana, un ricercatore per la sicurezza di Google ha annunciato che avrebbe rilasciato i kernel necessari per il jailbreak degli ultimi iPhone. Per anni, è stato abbastanza facile ottenere tutte le opzioni di personalizzazione di Android su iOS, ma ultimamente la questione si è fatta complessa. Il jailbreak è solo un metodo per sfruttare una vulnerabilità del sistema operativo mobile di Apple che offre ad un iPhone la possibilità di installare qualsiasi app a piacimento, personalizzare l’interfaccia e fondamentalmente fare tutto ciò che Apple ha deciso che non si potrebbe fare.

Il jailbreak per l’iPhone X potrebbe arrivare molto presto

 

Non abbiamo visto un grande jailbreak pubblico da iOS 10 per diversi motivi, quindi quando Ian Beer di Google ha annunciato che avrebbe rilasciato gli strumenti necessari a sbloccare l’iPhone, la comunità si è rianimata. Beer lavora al Project Zero di Google, un’unità focalizzata sulla scoperta di problemi alla sicurezza e che si occupa di informare gli altri sviluppatori quando è necessario correggere qualcosa. Il team dà alle altre società almeno 90 giorni per sistemare i problemi riscontrati e poi rilascia le informazioni al pubblico. In questo caso, Beer ha trovato un exploit in iOS 11.1.2 che è stato risolto il 2 Dicembre. Lunedì, Beer ha proseguito nella sua promessa di rivelare le sue scoperte ed ha twittato un link al codice.

Leggi anche:  PS4 vulnerabile, dopo 4 anni arriva il jailbreak che preoccupa Sony

Non appena il link è stato reso pubblico, gli hacker hanno iniziato a lavorare trasformandolo in un vero e proprio jailbreak. La cosa buffa è che Beer ha fatto tutto questo al solo scopo di ricerca. Per ora si può fare ben poco, altri, infatti dovranno fare il lavoro di trasformare ciò in un’app per il jailbreak. Questo lavoro è già stato fatto e non dovrebbe richiedere troppo tempo. Le sorprese non finiscono qui. Infatti, le sorgenti funzionano anche con tvOS 11.x e con l’Apple TV 4K. Beer ha detto di averlo testato solo su iPhone 7, 6s ed iPod Touch 6G, ma “aggiungere un altro supporto dovrebbe essere semplice.” In altre parole, il jailbreak per l’iPhone X dovrebbe essere dietro l’angolo.