Adesivi Google AR
Adesivi Google AR disponibili per tutta la linea Pixel

I bellissimi adesivi Google AR sono finalmente disponibili su tutti gli smartphone della linea Pixel del colosso di Mountain View. Sono ancora pochi gli sticker ancora a disposizione degli utenti, ma quelli offerti sono d’assoluto pregio. La nuova tecnologia di realtà aumentata proposta da Google sfrutta sofisticati algoritmi e la camera del nostro dispositivo al fine di concedere momenti di svago e relax.

Adesivi Google AR: presenti Star Wars e Stranger Things

Per promuovere al massimo questa nuova interessante funzionalità offerta sui device della linea Pixel (e che trae spunto dalle animoji di iPhone X), Big G ha deciso di inserire due serie di adesivi brandizzati: Star Wars e Stranger Things. Tra i pochi (ma buoni) stickers presenti, è d’obbligo segnalare la presenza del demogorgone (in versione mini, insomma, un democane), Undici, Mike, Willy per quanto riguarda Stranger Things e R2-D2, BB-8, stormtroopers, porgs per quanto concerne Star Wars.

Adesivi Google AR

Ma le sorprese non finiscono qui. Oltre ai gli sticker brandizzati, infatti, è presente una ristretta collezione di altri adesivi (tazza del caffè, broccoli atletici, testo modificabile e chi più ne ha più ne metta). Tutti piuttosto interessanti.

Leggi anche:  Google afferma che la patch di sicurezza di Spectre e Meltdown non rallenta i dispositivi

Come ottenere gli stickers?

Per poter usufruire di questa simpaticissima e nuovissima funzionalità di Google, purtroppo, è necessario essere in possesso di Android 8.1 Oreo. Attualmente, dunque, solo i dispositivi della linea Pixel risultano interessati e possono godere di queste simpaticissime creature 3D frutto dell’intelligenza artificiale e di sofisticati algoritmi. Ricordiamo che nelle ultime ore, il colosso statunitense sta provvedendo al rilascio dell’update via OTA per i vari smartphone in questione.

Per ottenere gli adesivi, quindi, sarà sufficiente scaricare l’aggiornamento relativo alla nuova versione Android. In caso, infine, il vostro dispositivo non sia supportato dall’update, vi consigliamo di attendere ancora qualche settimana. Secondo quanto dichiarato da Google, infatti, la funzionalità sarà resa disponibile via app “Fotocamera” per tutti gli utenti (ancora ignota la versione minima richiesta dell’OS). Seguiranno aggiornamenti!