Spesso possono esserci complicazioni quando si effettuano aggiornamenti di sistema sui propri dispositivi, così come è capitato per i possessori di Pixel C targati Google. Coloro che possiedono uno di questi tablet si sono ritrovati a fronteggiare un ripristino dei dati di fabbrica (factory reset) a causa dell’aggiornamento del sistema Android alla versione 8.1. Dunque, se non l’avete ancora ricevuto, ritenetevi in realtà molto fortunati.

All’inizio di questa settimana Google ha rilasciato la build finale di Android 8.1, affinché l’aggiornamento potesse iniziare ad essere implementato sui dispositivi Nexus e Pixel di tutto il mondo, incluso appunto il Pixel C.

Sfortunatamente, in seguito all’installazione molti utenti hanno scoperto che tutti i dati dei loro tablet erano stati improvvisamente cancellati. Molti di questi utenti che hanno riscontrato questo problema si sono -giustamente- arrabbiati. Infatti, la prova di questo accaduto sono i numerosi post su Twitter di utenti che hanno riportato quanto è successo.

Esempio dei post in cui possessori di Pixel C si sono lamentati per il reset dei dati aggiornando ad Android 8.1:

“Sono stufo del tuo scarso supporto, @Google e anche @googlenexus! il mio pixel C si è semplicemente cancellato durante l’aggiornamento 8.1 ota! il primo dispositivo si è rotto, il secondo doveva essere resettato manualmente due volte a causa di un bug, e ora questo! Cosa stai facendo?!? 😡😡😡”

Leggi anche:  Google Pixel: i prossimi smartphone potranno avere display che funzioneranno da speakers

Sono davvero tanti i rapporti su Twitter simili a questo appena citato, riscontrabili anche sul subreddit Pixel C e sul forum di aiuto ufficiale di Nexus. Non è stata ancora fornita una valida spiegazione a tutti questi utenti, però una Community Manager di Google ha dichiarato che il messaggio è stato recapitato e che il problema è adesso risolto.

Dunque, ciò significa che per chi aggiorna da questo momento in poi il proprio Pixel C non dovrebbe ritrovarsi con un device ripristinato. Si spera che sia veritiero, per evitare che l’errore già madornale non si ripeta persino due volte.