Android 8.1 Oreo

Google ha pubblicato le factory image di Android 8.1 Oreo per Nexus 6PNexus 5X, Pixel CPixelPixel XL, Pixel 2 e Pixel 2 XL. Si tratta dei file attraverso i quali è possibile scaricare e installare manualmente la nuova versione del sistema operativo. Si tratta di un aggiornamento importante perché non introduce solo le patch di sicurezza più recenti ma tutta una serie di ottimizzazioni.

LEGGI ANCHE: Android Oreo, la lista completa dei dispositivi che verranno aggiornati

Nello specifico, su Android 8.1 Oreo è stata disegnata una nuova grafica per le finestre e menu di riavvio e spegnimento, così come adesso le icone della barra di stato hanno i bordi arrotondati. Sempre a livello grafico la look screen e altri dettagli ereditano la colorazione dallo sfondo attuale, mentre i pulsanti di navigazione vengono sfumanti nella barra di navigazione.

Gli sviluppatori hanno introdotto la possibilità di nascondere le notifiche delle applicazioni in background, l’impostazione automatica del tema chiaro o scuro, la ricerca persistente nelle impostazioni ed un avviso che segnala quali applicazioni hanno un consumo anomalo. Novità anche per l’Ambient Display che adesso visualizza anche la prossima sveglia e la data corrente.

Migliorata la funzione di backup, quella dedicata ai messaggi di emergenza mentre sono state eliminate le opzioni sRGB dalla modalità sviluppatore e quella per disattivare in automatico il Wi-Fi quando lo schermo è spento. La funzione di ricerca è persistente nelle impostazioni, le stesse che mostreranno il livello di batteria degli accessori connessi in Bluetooth. L’Easter Egg è stato aggiornato e su Pixel 2 e Pixel 2 XL è stata attivato Pixel Visual Core.

ANDROID 8.1 OREO, GUIDA ALL’INSTALLAZIONE

I requisiti necessari per procedere sono pochi e riguardano i driver del proprio dispositivo installati sul PC ed il bootloader dello smartphone completamente sbloccato. Scaricate la factory image di Android 8.1 Oreo adatta al vostro smartphone da questa pagina del sito Google o direttamente dai link qui sotto:

Leggi anche:  Xiaomi Mi A1 si aggiorna ad Android Oreo (beta): provatelo in anteprima!

– Nexus 6P, clicca qui per scaricare
– Nexus 5X, clicca qui per scaricare
Pixel C, clicca qui per scaricare
Pixel, clicca qui per scaricare
Pixel XL, clicca qui per scaricare
Pixel 2, clicca qui per scaricare
Pixel 2 XL, clicca qui per scaricare

Estraete la factory image, compreso il file con estensione TAR presente all’interno della cartella. Avviate il vostro smartphone in modalità Fast Boot tenendo premuto il pulsante di accensione assieme a quello di volume giù e connettetelo al PC. Dalla cartella estratta fate click sul file “flash-all.bat” per gli utenti con PC Windows o sul file “flash-all.sh” per gli utenti con PC Mac e Linux.

Attendete il termine della procedura che potrebbe durare fino a 5 minuti, dopo i quali il dispositivo dovrebbe resettarsi e avviarsi automaticamente. Se il vostro smartphone non si dovesse avviare automaticamente dopo l’ultimo passaggio selezionate la voce recovery servendovi dei tasti del volume e premete power.

Alla comparsa del logo con il robottino verde di Android tenete premuto il tasto di accensione assieme a quello del volume su e, dalla finestra apertasi, selezionate “Wipe data/factory data reset“. Una volta completato selezionate “Reboot system now” e potrete godervi in anteprima l’aggiornamento di Google.