samsung galaxy s9 render all-screen

All’inizio di quest’anno, ci siamo imbattuti in molte segnalazioni che affermavano come i Samsung Galaxy S8 e S8 Plus avrebbero implementato uno scanner per le impronte digitali sotto lo schermo.

Samsung vuole continuare a stupire e sigla un nuovo accordo

 

Naturalmente, i fan sono rimasti piuttosto delusi quando hanno scoperto che gli smartphone erano dotati del sensore per le impronte digitali posto sul retro. Le stesse voci si sono diffuse con il lancio dell’iPhone X. Tuttavia, Apple ha deciso di abbandonare del tutto lo scanner per le mpronte digitali a favore dello schermo edge-to-edge e del Face ID.

Anche il più recente Samsung Galaxy Note 8 è arrivato sul mercato con il sensore per le impronte digitali montato posteriormente. Gli utenti possessori di questi smartphone si sono lamentati per il posizionamento dello stesso, difficilmente raggiungibile e particolarmente scomodo.

galaxy-s9-render
Per cercare di risolvere la questione, come riportato dalla pubblicazione di ETNews, Samsung si è guardata attorno. Ha scelto un produttore taiwanese per realizzare lo scanner per le impronte digitali. Molto probabilmente sarà utilizzato sul Galaxy S9 / S9 Plus e, molto probabilmente, anche sul Galaxy Note 9.

Leggi anche:  Samsung pazza durante questo Natale: Smart Tv e Galaxy S8 in regalo a tutti

In questo momento, abbiamo pochissime informazioni su questa misteriosa compagnia. La relazione afferma che il contratto definitivo tra le società deve ancora essere firmato. Se verrà concluso l’accordo, il duo di Samsung Galaxy S9 dovrebbe presentare uno scanner di impronte digitali con un nuovo design, posizionamento e nuove funzionalità.

galaxy s9
Oltre a questo, il Samsung Galaxy S9 e il Galaxy S9 Plus saranno dotati di una doppia fotocamera posteriore. Fonti vicine all’azienda, affermano che Samsung potrebbe adottare delle telecamere per il rilevamento 3D sui nuovi top di gamma. Dovrebbe essere comunque presente anche il sensore per le impronte digitali. Secondo quanto riferito, la società non ritiene che il riconoscimento facciale sia in grado di gestire determinati compiti. Tra questi troviamo i pagamenti, in quanto, questa tecnologia non è ancora abbastanza sicuro da impedire l’accesso non autorizzato.