WhatsApp

Negli ultimi mesi sui marketplace di Apple ed Android spopolano piattaforme che almeno teoricamente consentono di spiare contatti ed amici su WhatsApp. Questo tipo di servizi consentono agli utilizzatori di monitorare questa o quella persona e possono, in alcuni casi, anche darci informazioni sull’attività online di specifici utenti.

Attenzione alle finte app spia su WhatsApp

Per i papabili pro, però, ci sono anche i contro a fare da contraltare. Le app che “monitorano” la chat, infatti, ci chiedono di avere accesso alle nostre informazioni personali di WhatsApp (foto profilo, stato, numero di telefono, ecc). Proprio da qui nascerebbero alcuni ipotetici pericoli per il nostro smartphone e per la nostra identità sul web.

Essendo queste piattaforme non totalmente verificate e sicure, la concessione dei dati personali potrebbe portarci non poche beghe. Non soltanto eventuali trojan o virus, ma anche tentativi su tentativi di spam attraverso finte pubblicità o abbonamenti spilla credito.

Da poco è arrivata la notizia da parte di Google che inizierà ad occuparsi di tutte quelle applicazioni (come queste collegate a WhatsApp) la cui affidabilità non è garantita. In attesa che i sistemi operativi diventino impermeabili a queste criticità, vi consigliamo di restare quanto più vigili possibili. E’ meglio rifiutare di spiare una persona su WhatsApp, piuttosto che trovarsi a fronteggiare problemi ben maggiori…

Leggi anche:  WhatsApp: improvvisamente chiusi migliaia di account, qual è il motivo?