WhatsApp

WhatsApp non è solo trucchi e messaggi, ci sono condizioni contrattuali molto limitanti e particolarità uniche nel suo genere.

WhatsApp: incredibile scoperta nelle condizioni contrattuali

Ogni giorno pubblichiamo innumerevoli articoli riguardanti WhatsApp, nella maggior parte dei casi sono trucchi e trucchetti per raggiungere determinate funzioni nascoste. In altre situazioni, invece, la storia è leggermente diversa.

Bisogna prestare molta attenzione a come si utilizza l’applicazione, perchè inviare troppi messaggi è reato, e potreste essere incriminati per vari motivi. Allo stesso modo è consigliato evitare di inviare video compromettenti (il rischio è quello di vederli diffusi in tutta la rete).

In questi giorni, invece, l’associazione CODICI ha richiamato l’attenzione sulla clausole vessatorie. La scoperta, dobbiamo ammetterlo, è abbastanza incredibile.

Nel caso in cui doveste avere un problema con le condizioni contrattuali di WhatsApp, per ottenere giustizia sareste obbligati a ricorrere ad un giudice della California.

La notizia era già stata scoperta a Maggio 2017, l’associazione aveva fatto notare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la situazione, ma non aveva ricevuto alcuna risposta.

Leggi anche:  WhatsApp: evitate queste app, vi rubano i dati

Ad oggi, WhatsApp continua imperterrita nella propria idea, i termini di utilizzo non sono ancora stati cambiati.

Ci e vi auguriamo di non aver mai alcun tipo di problema, altrimenti sareste costretti a fare migliaia e migliaia di chilometri, per risolverlo.