Xiaomi-riconoscimento-3D
L’azienda cinese a lavoro con Qualcomm e altri partner

Il Face ID di iPhone X ha fatto ormai scuola. Le aziende concorrenti sono ormai pronte ad implementare sistemi simili nei propri smartphone, e tra queste c’è Xiaomi. La società cinese, grazie ai SoC Qualcomm, sembra essere intenzionata ad introdurre il riconoscimento 3D nel 2018. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

L’azienda al lavoro con diversi partner

Secondo le indiscrezioni trapelate oggi, Xiaomi si sarebbe rivolta ad alcune aziende per la fornitura delle componenti necessarie. Si parla di realtà come  Largan Precision, Sunny Optical, Orbbec e Himax Technologies. Tutte società specializzate nello specifico settore del riconoscimento 3D.

Scendendo nel dettaglio, Largan sembra essere quella che al momento può contare su diversi brevetti e soluzioni. In tutto questo giocherà ovviamente un ruolo fondamentale Qualcomm, a lavoro da tempo per implementare questa tecnologia nei propri processori. Insomma, Xiaomi è nella posizione ideale per fare il passo decisivo verso il riconoscimento 3D.

Resta solo da capire in che modo Xiaomi pianifica di integrare il riconoscimento 3D nei propri smartphone. Com’è noto, Apple ha eliminato completamente il Touch ID da iPhone X, affidando tutto al Face ID. Difficile che l’azienda cinese possa optare per una soluzione così radicale. In ogni caso, come sempre, solo il tempo potrà darci una risposta concreta. Staremo a vedere.

Leggi anche:  Apple, il FaceID sarà presente su tutti gli iPhone del 2018