sky qCi siamo, finalmente qualcosa di ufficiale, Sky convoca la conferenza stampa per il giorno 22 Novembre. Di conseguenza possiamo affermare che è in arrivo il nuovo super decoder di Sky. Infatti quest’articolo è dedicato interamente a Sky Q, dove vedremo tutto nel dettaglio.

Diciamo che questa versione ormai la conosciamo già, in quanto in Inghilterra è già in commercio. Però chissà, Sky avrà potenziato questa nuova versione?

Non si tratta di un normale decoder, in grado di ricevere segnale dal satellite e tramettere i flussi Sky, oppure di registrare i nostri programmi televisivi, oppure di utilizzare Sky on demand. Questo nuovo decoder è qualcosa di più. Il nuovo Sky Q è formato da ben. 12 tuner capaci di registrare contemporaneamente circa 6 flussi stream. Inoltre vi sono due tipi di Sky Q, la versione avanzata e una versione ridotta. Questa versione ridotta ha la funzione di collegarsi via wireless al Sky Q versione avanzata, per poter trasmettere ad un altro televisore sia il flusso satellitare che tutti i contenuti che sono disponibili sulla versione avanzata. Attenzione però, la versione ridotta, per guardare i flussi Sky, non ha bisogno cavo satellitare. Quindi basta avere il decoder Sky Q avanzato collegato al cavo satellitare. Diciamo che questo sistema è molto simile al classico Multivision, ma nel caso del nuovo decoder, non vi è la necessita di altri cavi satellitari in giro per casa.

Sky Q, nuovo decoder

Un’altra novità che questi super decoder hanno è quella della possibilità di poter inviare, dopo la fine della registrazione di un programma, questo file che sia un film o un programma, direttamente su un vostro device mobile che abbiamo come sistema operativo Android o iOS, scaricando semplicemente l’applicazione Sky Q. In questo modo potreste vedere alcuni dei tanti contenuti registrati, sul vostro dispositivo mobile, senza consumare un GB.

Leggi anche:  Sky regala un televisore: ecco come riceverlo

Sempre stando alla versione inglese, si pensa che questo decoder abbia anche la possibilità di collegamento ad un televisore in 4K. Però possiamo dire che i flussi con questa risoluzione, vengono trasmessi raramente, perché sono davvero in pochi ad avere dei televisori con questa risoluzione. Però per chi ha questi nuovi televisori, sarà possibile collegare il proprio decoder e vedere quei pochi flussi in 4K.

Un ultima caratteristica di questo super decoder, sono i comandi vocali. Infatti sarà possibile far eseguire determinante operazioni, senza l’uso del telecomando. Tutto questo, semplicemente con la nostra voce.

Sicuramente per avere questo dispositivo, sarà necessario, oltre ad avere un pacchetto di offerte Sky, pagare una mini rata aggiunta al costo del pacchetto mensile. Molto simile a come fanno ora le aziende di telecomunicazioni come Telecom e Vodafone, ovvero vi portano il modem loro pagando semplicemente pochi euro al mese.

Bè che dire di questo decoder!! È semplicemente fantastico… Ha molte nuove funzionalità rispetto i suoi antenati. Tutto quello che ci resta ora è attendere il 22 novembre e seguire la presentazione del nuovo dispositivo Sky.