Vodafone Giga BikeAvete presente tron legacy? Avete presente Diabolik e la sua compagna? Avete presente quei film futuristici quasi distopici sull’avvenire della terra che rappresentano un mondo totalmente diverso molte volte cambiato dalla tecnologia e le sue interconnessioni?

Ecco, quei film e quelle idee che ci sembravano tanto distanti, ambientate in un mondo troppo lontano, pian piano sembrano realizzarsi già da adesso. E dopo lo SmartWatch che ci permette di chiamare(come appunto Diabolik e Eva Kant), di fotografare, di orientarci in una città agilmente, di avere in pratica uno smartphone al nostro polso, ora arriva la nuova era dei mezzi di trasporto. Una delle novità più interessanti di questo ultimo periodo è la nuova Vodafone Giga Bike. Vodafone Italia ha presentato il suo nuovo progetto all’EICMA. Per chi non lo sapesse EICMA sta per Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori anche se è più conosciuta con il nome di  Milan Motorcycle Show ed è senza dubbio la più importante manifestazione e esposizione dei veicoli a due ruote in Italia.

Passiamo a guardare più da vicino la nuova Bike. La prima cosa che salta all’occhio è il design. Ancora una volta ci ricorda molto le moto di film ambientati in un’era lontana o addirittura in un mondo alternativo come può essere per tron legacy. Abbiamo 3 ruote invece che due e la sella della moto è una batteria totalmente ricaricabile. Ma il design non è l’unica cosa che ci sorprende. Questo nuovo tipo di moto nasce da un nuovo concetto: quello di connessione. Ecco le parole del CEO della Vodafone Italia:

Leggi anche:  Vodafone offre internet illimitato in 4G fino al 31 Dicembre, ecco i dettagli

“L’evoluzione di sensori intelligenti, della connettività, di sistemi e servizi innovativi nel segmento della mobilità sta influenzando anche il futuro delle due ruote. Questi renderanno le due ruote più sicure, accessibili e interattive. Vodafone contribuisce con esperienza ed entusiasmo a trasformare questa visione in realtà” e aggiunge inoltre “Stiamo collaborando con i maggiori costruttori di veicoli, con compagnie assicurative innovative e con l’intero ecosistema automotive per costruire un futuro che già oggi sta trasformando il nostro modo di vivere e di lavorare”.

Ed ecco quindi la principale componente del nuovo progetto Vodafone: interconnessione. Non solo tra i diversi mezzi di trasporto in circolazione ma anche nei confronti delle persone e degli ambienti fisici che la circondano. In questo modo sarebbe facilissimo sapere quali sono le zone più trafficate, evitare inutili ingorghi, essere informati sulla presenza di persone in strada, evitare incidenti conoscendo la presenza di ostacoli, ecc..

Altra maggiore caratteristica del nuovo mezzo è il “Safety pack”.  Se in un malaugurato caso dovessimo trovarci in una situazione di emergenza, l’opzione Safety pack invierebbe subito un segnale alla centrale di sicurezza dalla quale saremo immediatamente contattati per sapere l’entità del problema e per organizzare un adeguato intervento.

La sella è una super batteria che si ricarica automaticamente attraverso la pedalata all’indietro nelle zone pianeggianti. La nuova moto sarà ben presto visibile tra le strade di Milano e intanto un nuovo passo verso il futuro è stato fatto. “Il futuro è straordinario. Ready?”