Galaxy S8
Galaxy S8

Google Assistant, l’assistente virtuale di Google che sfrutta l’intelligenza artificiale ed il machine learning per essere il più naturale possibile ma soprattutto anticipare l’utente nelle richieste, è finalmente disponibile in italiano. Google ha iniziato il rilascio di Assistant per tutti gli smartphone compatibili ma solo dal 15 novembre si potrà parlare di disponibilità su larga scala. La distribuzione, infatti, procede a scaglioni ma è ancora tanto il lavoro da fare su lato server.

Gli smartphone che lo riceveranno dovranno avere almeno Android 6.0 Marshmallow installato, i Google Play Services, l’App Google aggiornata almeno alla versione 6.13 e soprattutto 1.5 GB di spazio libero. Tra questi dunque c’è il Galaxy S8, il top di gamma di casa Samsung che teoricamente ha già il suo assistente. Il suo nome è Bixby e riprende molte delle caratteristiche di Google Assistant ma rispetto a quest’ultimo, non parla ancora l’italiano. Gli sviluppatori hanno diversi problemi ad integrare idiomi diversi dal coreano e dall’inglese.

Per i possessori dell’ultimo top di gamma di Samsung prima del Galaxy Note 8, installare Google Assistant potrebbe rappresentare una svolta. Ecco perché è importante e installarlo ma sopratutto come procedere.

GOOGLE ASSISTANT, PERCHÉ È IMPORTANTE

Google Assistant evolverà il rapporto tra utenti e assistenti virtuali rispetto a quello che, su Android, c’è con Google Now. L’idea è avere un assistente che possa aiutare in svariati compiti. Ad esempio l’assistente potrà interagire con molti servizi attraverso una funzione chiamata Actions on Google. Assistant seguirà automaticamente ciò che scrivete, anticipandovi nel suggerire o condividere un contenuto con un amico. Assistant interagirà con le varie applicazioni, consentirà tramite ricerca vocale di trovare foto e infine sarà ovunque. Si potrà interagire con Assistant in ogni momento.

GOOGLE ASSISTANT SU GALAXY S8, GUIDA ALL’INSTALLAZIONE

Per portare Assistant sul Galaxy S8 in anticipo non ci sono procedure difficili. Basta scaricare il file APK disponibile gratuitamente a questo indirizzo. Il file si installa come una normale applicazione a patto di avere attiva l’opzione per l’installazione da sorgenti sconosciute. Una volta completata l’installazione, Google Assistant si avvierà al comando vocale “Ok Google” o con il tasto dedicato a Bixby e presenterà, se l’aggiornamento è andato a buon fine, una piccola scheda riguardante l’introduzione delle nuove funzioni.