whatsapp bloccato in cina

Di sicuro ne siete in possesso e la utilizzate per ampi tratti durante la giornata. Stiamo chiaramente parlando dell’app più famosa al mondo, meglio nota come WhatsApp. La nota applicazione di messaggistica istantanea nasconde tante funzioni importantissime che molti utenti conoscono. Ce ne sono però alcune, utilizzabili mediante anche alcune app di terze parti, che permettono di fare cose davvero interessanti.

1. Fissare in alto le conversazioni più utilizzate

Se avete bisogno sempre delle stesse conversazioni, ecco una funzione che vi permette di bloccarli in alto senza che scorrano in basso col passare del tempo.

Per fare ciò, dovrete semplicemente tenere premuto sull’anteprima della conversazione e premere il tasto che rappresenta un chiodino. In poche parole uno di quelli che utilizziamo per attaccare poster alle pareti.

2. Utilizzare due account diversi sullo stesso smartphone con Parallel Space

Con questa fantastica app avrete la possibilità di possedere due profili WhatsApp sullo stesso smartphone. Basterà installare l’app dal Play Store di Google.

Effettuato l’accesso saranno caricate le vostre applicazioni. Scegliete poi WhatsApp e Parallel Space avvierà la configurazione. Fatto ciò, si aprirà WhatsApp come se lo steste installando per la prima volta sul vostro smartphone.

Inserite il numero della vostra seconda scheda momentaneamente inserita in un terminale di passaggio sul quale riceverete il codice di verifica. Inseritelo quest’ultimo sul vostro smartphone principale nella schermata di WhatsApp appena creata da Parallel Space ed ecco a voi un altro profilo.

3. Cambiare lo stile del testo digitato prima di inviarlo

Siete stanchi del solito stile standard che riguarda i caratteri di scritture di WhatsApp? Sappiate che si può cambiare stile.

Per utilizzare ad esempio il corsivo basterà digitare due trattini bassi in ciò che scriviamo, uno prima della frase o parola, ed un altro dopo. Per sbarrare una parola o una frase, dovrete inserire prima della stessa o di una parola il seguente simbolo: ˜, e poi inserirlo ancora alla fine. Per mettere una parola in grassetto invece, basterà aggiungere due asterischi alla fine di una parola o frase ed al suo inizio.

4. Nascondere con password le proprie conversazioni

Adottando questo sistema potrete mettere sotto chiave l’app senza utilizzare applicazioni di terze parti. Tutto ciò che dovrete fare è recarvi in “Gestione telefono” e andare alla voce Blocco App. Scegliete quindi WhatsApp e mettetela in protezione grazie a password e fingerprint.

La funzione è disponibile per quasi tutti gli smartphone Android, anche se alcune volte sotto differenti voci del menu.

5. Sapere precisamente quando un contatto WhatsApp effettua l’accesso

In questo caso al vostro servizio ecco l’app WhatDog, disponibile sul Play Store di Google per tutti gli smartphone Android.

WhatDog, appena il profilo WhatsApp pre-selezionato da voi effettuerà l’accesso, o meglio aprirà l’app, invierà una notifica sul vostro dispositivo. In questo modo vi permetterà di venire a conoscenza dell’evento, mostrandovi addirittura un elenco con orari di connessione e disconnessione del contatto da voi scelto.