È passato poco tempo dalla presentazione del nuovo Huawei Mate 10 Pro ed è già stato rilasciato il primo aggiornamento. Questo dimostra l’impegno che Huawei ha promesso. Infatti, tra le premesse per questo nuovo smartphone, è stato assicurato che gli aggiornamenti necessari saranno sempre immediati. Questa certezza è garantita soprattutto dalla collaborazione tra Huawei e Google con le sue patch di sicurezza.

La patch del Mate 10 Pro promette la risoluzione di un bug del sistema Android 8.0. Questo bug comportava un dispendio eccessivo della batteria a causa di Google Play Services. L’azienda Google, sapendo di questo bug, ha deciso di intervenire, mettendosi al corrente del problema e collaborando con Huawei per porvi rimedio.

La conferma dell’ottimo lavoro svolto da Huawei arriva con i risultati dei benchmark di Mate 10 Pro.

Stando alla definizione ufficiale: “benchmark è il nome di un test appositamente studiato per valutare le prestazioni di un dispositivo o l’efficacia di un processo tecnico in rapporto a uno standard di riferimento”. Questo test non permette di misurare tutte le potenzialità e capacità del Mate 10 Pro. Infatti, con questo test non si riescono a rilevare anche la prestazione della NPU. (NPU è la sigla con cui si indica il chip ancor più potente della CPU, poiché basato su reti neurali).

Nonostante l’impossibilità del test di analizzare il dispositivo da cima a fondo, se ne possono comunque trarre dei dati interessanti. Ciò che emerge è che il Mate 10 Pro è di ottima qualità alla pari di quella di altri SoC sul mercato. Solo se confrontato al SoC Apple non riscontriamo la stessa cosa, perché esso attualmente resta imbattibile. Però si è potuto costatare che Huawei Mate 10 Pro, pur non raggiungendo la potenza del chip A11 Bionic dell’Apple, ha comunque una valenza notevole.

L’unico caso in cui i risultati delle analisi del Mate 10 Pro non sono alla pari di altri dispositivi molto diffusi, ma addirittura al di sotto di circa il 10%, è nel test Basemark X. Mentre per quanto riguarda i test relativi alla grafica, i risultati del Mate 10 Pro sono positivi e senza niente da invidiare ad altri dispositivi già molto più quotati sul mercato.