Bitcoin ha già superato il tanto discusso record di 5000 dollari di ieri, arrivando 24 ore dopo ad un totale di 6000 dollari. Stando ad alcune indiscrezioni la causa di questo rapido aumento è la Banca Centrale situata in Cina, la quale ha deciso di approvare le Initial Coin Offering (ICO), usate da startup e PMI, per finanziare i propri progetti. La Cina, fino ad ora, aveva sempre ritenuto le ICO contrarie all’etica stessa del settore economico e finanziario.

Fino a qualche anno fa, nel 2009, il Bitcoin valeva meno di un dollaro.

Oltre a queste informazioni fornite dagli analisti, c’è anche un sondaggio Forex da cui emerge che un terzo degli investitori retail, quindi al dettaglio, investe o vorrebbe investire sulle ICO. In questo dato risiede probabilmente la vera ragione per cui il Bitcoin è una moneta elettronica così diffusa. Soprattutto per le piccole imprese il Bitcoin diventa un’esca efficace, un valido sistema per potersi espandere. Infatti, per questo tipo di imprese diventa una vera e propria necessità poter investire tramite valuta digitale.

Con il sondaggio Forex è possibile notare ulteriori dati che evidenziano l’idea stessa che si ha sull’uso del Bitcoin. Il 19% dei partecipanti al sondaggio Forex ha affermato di aver già effettuato investimenti in passato tramite ICO, mentre quasi il 10% è intenzionato a fare la stessa cosa appena possibile. Inoltre, il 23,5% degli intervistati, pur non avendo deciso di adottare la criptomoneta in un futuro imminente, non ha nemmeno negato di prendere in considerazione l’idea.

Quindi, sempre più investitori e imprese – piccole e non solo – si affidano alla valuta digitale. Forse il punto di forza della moneta elettronica è proprio il suo caratteristico tasso speculativo. Indubbiamente, qualsiasi siano le ragioni per cui si decide di investire tramite Bitcoin, non se ne può negare il successo. Infatti, il valore del Bitcoin solo nell’ultimo anno è aumentato del 600%.