Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb: ecco come scoprire la copertura della fibra e distanza dal cabinetFibrapp è la nuova applicazione che offre un servizio gratuito informativo sulla propria copertura ADSL. Ricca di dettagli, è in grado di verificare la copertura in tutta Italia della rete internet, indicandovi dettagli preziosi per la stipulazione di un contratto ADSL, ad esempio la velocità massima raggiungibile a casa vostra o se la fibra ottica è disponibile.

L’applicazione è già disponibile su Google Play Store, ed è scaricabile gratuitamente. Il servizio di Fibrapp sembra utopico, ma in realtà è semplicissimo nell’uso: vi basterà infatti inserire il vostro indirizzo di residenza e il gioco è fatto, le connessioni disponibili nella vostra area vi verranno mostrate assieme al relativo stato dei collegamenti (inattivo, attivo o saturo?). Inoltre vi fornisce informazioni sull’attesissima fibra ottica, che entro il 2020 dovrebbe arrivare alle case della maggior parte degli italiani.

 

A cosa serve Fibrapp?

Avere a disposizione un database così ricco e dettagliato vi sarà utilissimo, anche perché è in grado di darvi le informazioni necessarie per operare scelte consapevoli su cose importanti come il contratto ADSL. Conoscendo la velocità massima disponibile nella vostra zona, e sapendo se questa è già raggiunta dalla fibra ottica, potrete scegliere con più consapevolezza fra le offerte del vostro operatore telefonico. È meglio un contratto più economico data la scarsa copertura, o vale la pena spendere qualche soldo in più per raggiungere velocità elevate? La fibra ottica è già disponibile o lo sarà a breve, o dovrete attendere ancora qualche anno? Sono tutte informazioni preziosissime per una scelta adeguata.

Oltre a questa utilissima funzione, la principale di Fibrapp, sono disponibili servizi extra come l’individuazione di un armadio di zona o di una centrale particolari, o la gestione della lista preferiti per una rapida consultazione.

 

Quali sono i vantaggi nell’usare Fibrapp?

Oltre a quelli già descritti sopra, sull’offerta più adeguata a noi disponibile dal nostro operatore, i vantaggi di Fibrapp sono altri. La semplicità d’uso e la facilità nel reperire le informazioni sono di sicuro il punto di forza dell’applicazione, informazioni altrimenti scomodo e a volte complicate da reperire.

La funzione di verifica sullo stato di copertura è infatti offerta dalla maggior parte delle pagine web degli operatori telefonici, che permettono una verifica sullo stato di connessione dell’area – questo è vero per operatori come TIM o per i provider che ne sfruttano le stesse reti in VULA. Gli strumenti disponibili sono sicuramente comodi, ma purtroppo hanno una navigazione che risulta difficoltosa soprattutto da smartphone. Inoltre è necessario recarsi sulla pagina web di ogni singolo operatore per metterne a confronto le coperture, operazione lunga e noiosa.

Con Fibrapp tutto questo è dimenticato: è sufficiente l’indirizzo e tutte le coperture internet disponibili vi verranno mostrate in un batter d’occhio, insieme alla velocità massima disponibile.

 

Come funziona Fibrapp?

L’applicazione racchiude tutte le informazioni necessarie in un’unica schermata. È sufficiente inserire il proprio indirizzo di casa (regione, provincia, comune e via), cliccare su “avvia ricerca”, e avrete sottomano tutte le informazioni sullo stato di internet attorno a voi.

Leggi anche:  TIM segna record a Torino con la prima antenna 5G a 20 Gigabit

Le informazioni mostrate spaziano, una delle più notevoli è l’identificazione della centrale e della cabina a cui l’indirizzo inserito fa riferimento. Quanto è distante la stazione centrale dalla cabina, e quanto la cabina dall’abitazione? Quanto è potente la connessione fornita? Ricordatevi che all’aumentare della distanza la potenza della connessione diminuisce, e questo è vero soprattutto per le linee internet più vecchie. Potreste appoggiarvi ad una cabina lontanissima da casa vostra, e per quanto il vostro contratto offra velocità incredibili queste non potranno mai essere raggiunte ad una distanza tale. Per garantire la precisione massima delle informazioni fornite, Fibrapp offre addirittura la collocazione GPS tramite Maps della cabina internet e della stazione d’appoggio.

Le stime di Fibrapp sono piuttosto affidabili, potete verificarlo voi stessi: scaricate l’applicazione e cercate il vostro indirizzo. Quando i dati saranno disponibili, effettuate uno speedtest (vi sarà sufficiente una rapida ricerca su Google) e confrontatene il risultato con quello offerto da Fibrapp. Noterete una discrepanza minima fra i rilevamenti! Le informazioni date dall’applicazione sembrano quindi stime affidabili.

Com’è possibile una tale precisione? Semplice: Fibrapp è stato sviluppato in collaborazione ad una vasta fetta dell’utenza finale, che ha fornito feedback sull’applicazione ancora in beta. Unendo le opinioni ricevute con la mappatura delle connessioni offerte dagli stessi gestori, Fibrapp ha istituito un database senza precedenti in completezza, precisione e semplicità.

 

Fibra ottica in Italia

Se la fibra ottica non è ancora disponibile a casa tua, e non c’è una data di pianificazione… Non disperare. Più di due anni fa il governo ha infatti approvato il Piano Strategico per la banda ultralarga, in cui si impegna a rispettare l’Agenda Europea 2020.

Per chi non lo sapesse, il piano prevede proprio l’implementazione della fibra ottica in quasi tutti Italia: entro il 2020 si stima infatti di portare la fibra ad almeno l’85% degli italiani. La maggior parte d’Italia potrà così godere di una connessione dai 100 Mbps in su, mentre il resto dell’utenza avrà a disposizione almeno 30 Mbps di velocità. Niente male in confronto ai livelli attuali di connettività.

In conclusione

Fibrapp si rivela una sorpresa, un’idea semplice realizzata semplicemente e in collaborazione col fruitore finale. Gli ideatori sono stati attenti a ogni dettaglio e hanno reso a portata di mano informazioni utili e preziose su internet, un bene primario ormai per tutti noi. L’applicazione promette di aiutarvi ad essere più consapevoli sulla vostra connessione e, perché no, magari risparmiare qualche soldo sul contratto con il vostro operatore telefonico.