iPhone X è senza ombra di dubbio il dispositivo dell’anno. Lo smartphone di casa Apple presentato oramai un mese fa ha catturato l’attenzione di tutti, addetti ai lavori e singoli appassionati del brand americano. Ciò che ovviamente ha lasciato di stucco è il nuovo display AMOLED con tecnologia Edge-to-Edge e con dimensione schermo da 18:9.

Il display di iPhone X sarà croce e delizia

La nuova parte frontale di iPhone X sarà quindi l’attrattiva maggiore per tutti coloro che a partire dal prossimo novembre spenderanno in media 1100 euro per ottenere una copia del device.

Non è tutto oro quel che luccica, però. Secondo molti esperti, proprio il display – almeno in una fase iniziale – potrebbe rappresentare un punto debole per lo smartphone. Merito (o in questo caso colpa) della mancata ottimizzazione grafica di molte applicazioni presenti ora sul sistema iOS.

Chi ha già messo mano sul nuovo melafonino ha potuto costatare come numerose piattaforme ancora non si siano adattate alle rinnovate dimensioni dello schermo. Ciò porta ad una visualizzazione della app molto penalizzata, con la doppia banda nera caratteristica degli attuali iPhone.

Leggi anche:  Apple rilascia iOS 11.01, ecco i cambiamenti apportati dal nuovo update

Almeno nei primi mesi, quindi, chi avrà un iPhone X dovrà rassegnarsi a non poter sfruttare a pieno le potenzialità grafiche del dispositivo. Tutto questo sin quando gli sviluppatori delle singole app non avranno completato il lavoro di aggiornamento per adattare la grafica all’esclusivo item di casa Apple.