whatsappWhatsApp è un servizio di messaggistica esistente da qualche anno, per l’esattezza è stata creata nel 2009, riscuote molto successo soprattutto grazie all’avvento degli smartphone che ne permettono l’utilizzo. Questa applicazione, disponibile per iOS, Android e anche per Windows Phone, permette di scambiarsi messaggi, file audio, link, file di altri formati, telefonate e videochiamate, foto, video, ecc.; con i propri contatti in rubrica – e non solo – senza pagare nulla, in quanto gratuita. L’unica cosa che serve è una connessione internet per poter usufruire di questo servizio e tutte le relative funzioni. A febbraio del 2016 ha raggiunto 1 miliardo di utenti, quindi è facile dedurre quanto questa App sia tra le più scaricate con un servizio simile.

Soprattutto fino a non molto tempo fa WhatsApp era appunto la prima scelta nel settore, per la maggior parte degli utenti, però può capitare di non esserne soddisfatti, oppure può capitare che non funziona come dovrebbe e come ci si aspetta, motivo per cui qui di seguito ci sono le principali alternative a WhatsApp:

Whatsapp VS Telegram, la giusta alternativa

Telegram: anch’essa è un’applicazione fornita gratuitamente senza costi aggiuntivi, però non include il servizio delle chiamate, a differenza di WhatsApp.  Nonostante ciò, è la rivale principale del servizio offerto da WhatsApp, infatti anche Telegram riscuote feedback positivi. Ci sono in particolar modo alcuni servizi che contraddistinguono Telegram da WhatsApp, in un certo senso i suoi punti forti: gli sticker di qualsiasi genere e tematica, suddivisi in raccolte e i quali possono essere anche creati dall’utente; inoltre, tra le altre funzioni interessanti ci sono la sincronizzazione Cloud, i messaggi a tempo nelle chat segrete (le quali sono definite tali perché dopo un po’ di tempo si distruggono), e infine poter mandare qualsiasi file e in svariati modi. Questi e tanti altri sono i fattori principali a favore di questo servizio di messaggistica, molti lo reputano la prima scelta di gran lunga superiore a WhatsApp. Si può essere d’accordo o in disaccordo indubbiamente in base alle proprie esigenze.

Leggi anche:  WhatsApp: improvvisamente chiusi migliaia di account, qual è il motivo?

Oltretutto con Telegram è possibile accedere a tantissime funzioni come i bot oppure il nostro canale con tantissime offerte ogni giorno.

Messenger: in un certo senso Messenger, nonostante sia collegato al proprio profilo Facebook, è ormai una piattaforma indipendente, ed è molto celebre in quanto chat ufficiale di Facebook, ma non solo per questo. Infatti, questa applicazione gratuita, per cui tutto ciò che serve è una connessione internet, permette di inviare GIF, file, musica, giochi, ecc., e permette anche chiamate e videochiamate esattamente come WhatsApp (a differenza di telegram che non ha questa funzione). Un problema di messenger, però, è la memoria che occupa, esiste infatti un’alternativa che è messenger Lite.

Insomma, queste sono le applicazioni con cui principalmente si può sostituire WhatsApp, ma ne esistono anche altre, sicuramente molte di esse non hanno nulla da invidiare a WhatsApp.