I dispositivi Xiaomi iniziano ormai a catturare l’attenzione dei rivali mesi prima del lancio ufficiale, tanto più quando si tratta di top di gamma. Il Mi 7 non fa eccezione, e purtroppo la quantità di informazioni trapelate non è poi così elevata.

Per iniziare, Xiaomi Mi 7 dovrebbe essere alimentato dal chipset Snapdragon 845 di Qualcomm. Ora, una voce trapelata su Weibo, sostiene che Xiaomi e Qualcomm stiano lavorando insieme per ottimizzare lo Snapdragon 845 v2. Inoltre, aggiunge, il processo di sviluppo sta procedendo ad un ritmo costante. Questo ha senso, dato che si dice che la società cinese abbia iniziato i test di Mi 7 a Novembre. Tuttavia, il test finale di Mi 7 potrebbe avvenire nel Febbraio 2018.

Specifiche tecniche del top di gamma di Xiaomi

Ad oggi, solo alcune informazioni sullo smartphone sono venute alla luce. Ad esempio, è probabile che disponga di un display OLED da 6 pollici prodotto da Samsung. Stesso display che, restando in linea con la tendenza attuale, dovrebbe avere un rapporto di 18:9. Inoltre, sembra che Mi 7 non sarà dotato di uno scanner di impronte digitali sotto lo schermo. Recenti rapporti hanno invece suggerito che lo smartphone includerà la tecnologia di riconoscimento facciale, vista sul nuovissimo Apple iPhone X. C’è inoltre la possibilità che Xiaomi Mi 7 fornisca il supporto per la ricarica wireless. Dobbiamo ricordarvi però che queste sono solo delle voci, di ufficiale non c’è nulla.

Leggi anche:  Qualcomm: userà un processo a 7nm per sviluppare lo Snapdragon 855

Per quanto riguarda la progettazione, il Mi 7 dovrebbe essere dotato dello stesso telaio in vetro e ceramica disponibile sul Mi 6. I rapporti precedenti hanno suggerito che Xiaomi possa svelare il Mi 7 nel primo trimestre del 2018. Anche i marchi competitor, come Samsung e LG, debutteranno con i rispettivi top di gamma Galaxy S9 e LG G7 nello stesso trimestre.

Non vediamo l’ora di testare questo dispositivo! Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere!