Questa settimana ha visto un nuovo dispositivo Samsung ricevere la sua certificazione dalla National Radio Research Agency (NRRA), con sede in Corea del Sud. Il numero di modello del dispositivo è SM-G888N0, che è stato associato al Samsung Galaxy X, ovvero allo smartphone pieghevole di Samsung. La rivelazione che SM-G888N0 abbia ricevuto la certificazione NRRA, alimenta le voci che affermano che il dispositivo si stia avvicinando ad un annuncio ufficiale.

Non è la prima volta che SM-G888N0 viene individuato attraverso un processo di certificazione pre-release, poiché lo stesso numero di modello ha ottenuto la sua certificazione Wi-Fi Alliance (WFA) nell’Aprile di quest’anno, in aggiunta alla certificazione Bluetooth SIG nel Luglio del 2017. La differenza è che quest’ultima certificazione non è solo la più recente, ma anche probabilmente la più indicativa del dispositivo che si appresta al lancio ufficiale.

Specifiche tecniche del Samsung Galaxy X ancora sconosciute

Purtroppo, come nel caso di tali certificazioni, l’elenco NRRA non fornisce alcuna informazione aggiuntiva su quello che probabilmente sarà offerto con Galaxy X. L’elenco mostra semplicemente il numero di modello, lo scopo del dispositivo (Dispositivo di comunicazione mobile LTE), il produttore (Samsung) e la data di certificazione (21 settembre). Allo stesso modo, il passaggio di questo modello attraverso il NRRA non fornisce alcuna informazione se il dispositivo sarà effettivamente disponibile in Paesi al di fuori della Corea del Sud, dove sembra destinato al lancio.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S8 ed Android Oreo: arriva finalmente la settimana decisiva

Nonostante la mancanza di dettagli su questo dispositivo in generale, è chiaro che il suo punto forte sarà la natura pieghevole. Sicuramente questo aspetto sarà un successo commerciale ovunque, dato che la voce che Samsung stesse lavorando su un telefono pieghevole negli ultimi anni non ha fatto che alzarne le aspettative. Siamo tutti in attesa di questo nuovo dispositivo, che dovrebbe portare con sé una rivoluzione al concetto di smartphone attuale. Ma al momento, dopo essere passato attraverso la WFA, Bluetooth SIG, e ora il NRRA, potrebbe essere ancora abbastanza presto.