mavic pro 4.0Per chi è appassionato di droni e tecnologia, sarà capitato sovente di leggere e sentire il nome DJI. Esso appartiene infatti ad una compagnia cinese specializzata nel settore della produzione e innovazione nel campo dei droni, una compagnia che negli ultimi anni è riuscita a diventare un vero e proprio colosso a livello mondiale nel settore.

Durante l’IFA di quest’anno tenutasi a Berlino, la Compagnia ha rilasciato in esclusiva alcune migliorie e varianti nei suoi droni consumer più popolari. La nuova versione 4.0 del firmware per Mavic Pro introduce la modalità selfie drone, la quale consente di avere QuickShot e i voli programmati Dronie, Rocket, Helix e Circle.

Analizzandoli nel dettaglio, tutti sono finalizzati nella produzioni di brevi video, da qui il nome QuickShot, da pubblicare e condividere nei propri social. Con il Rocket, il drone riesce a volare in verticale e a puntare la telecamera verso il basso. Dronie, invece, è finalizzato a registrare video mentre il Mavic si allontana dal soggetto pur mantenendolo sempre inquadrato. Circle, come già spiega il nome, registra mentre ruota attorno alla persona, mentre infine con Helix il drone vola in avanti verso il soggetto riuscendo in contemporanea a ruotare a spirale, producendo interessanti effetti.

Il nuovo firmware è siglato 01.04.0000 ed è il primo capace di supportare la versione Platinum del Mavic Pro recentemente vista all’IFA che ha introdotto le nuove eliche a basso impatto acustico, riducendo così la rumorosità del ben 60% rispetto al primo Mavic Pro. Questa versione, inoltre, ha un’autonomia più alta dell’11%. DJI ha infatti garantito che l’elegante versione grigia Platinum del Mavic Pro è in grado di rimanere in volo continuo per 30 minuti.

Tornando al firmware 4.0 DJI ha anche aggiunto il Dynamic Home Point per l’Active Track, il quale si basa sull’ultima posizione del drone e non del pilota.

La modalità selfie drone è resa possibile proprio da Quickshot e da un’altra serie di feature. Quindi, per riassumere, l’utente per attivare la modalità non dovrà far altro che impostare una delle quattro procedure di volo per avere dei filmati originali in altissima qualità da postare sui propri profili dei social.

In termini puramente commerciali, le vendite del nuovo Mavic Pro Platinum sono andate talmente bene da registrare per moltissimo tempo un out of stock completo, ma la DJI come di consueto non ha aspettato che scemasse l’entusiasmo per il nuovo modello proposto e per l’aggiornamento firmware, annunciando che quest’autunno ci saranno delle sorprese per gli appassionati e per i consumatori su più larga scala, i quali stanno già ipotizzando che possa trattarsi addirittura del nuovo modello di Mavic Pro o di nuove Gesture aggiunte.

Qualunque sia la novità, l’entusiasmo generale è altissimo e l’ultimo firmware è riuscito a confermare ulteriormente quanto la casa di produzione cinese sia diventata sinonimo di innovazione, qualità e messa a punto dei suoi prodotti, che vengono sempre aggiornati e migliorati.