windows 10
Tardi tardi ma Microsoft ha capito come lavorare ed il successo di Windows 10 ne è la prova
I giocatori che utilizzano come piattaforma Windows 10 dopo l’update al Creators Update hanno sperimentato alcuni problemi legati a vari bug. Il problema più grande era quello legato al calo degli FPS durante le sessioni di gaming. Quando si manifesta questo calo, i giochi rallentano vistosamente creando problemi di risposta e ovviamente danneggiando il giocatore che partecipa a sessioni online o a giochi frenetici come i First Person Shooting come Call of Duty o Battlefield.
Dopo mesi di segnalazioni da parte degli utenti, sembra che Microsoft abbia finalmente raggiungo una soluzione. Il problema sembra essere stato risolto per la maggior parte dei giochi. Infatti l’azienda di Redmond ha invitato più volte gli utenti a provare le nuove build Insider relative al Fall Creators Update per provare in anteprima le modifiche.
Proprio grazie a questo lavoro sarà possibile rilasciare il fix con il nuovo grande aggiornamento. Al momento però per provare la build senza il bug, è necessario abilitare la ricezione delle Insider Preview appartenenti al Fast Ring con numero di build superiore al 16273.
Microsoft segnala che un altro modo per ridurre i casi di cali di frame rate è anche possibile disabilitare il DVR Xbox Game, ma si tratta di una soluzione che non funziona per tutti gli utenti.
Leggi anche:  Microsoft potrebbe acquistare Electronic Arts, Valve o PUBG Corp