Google
Google

Una delle discussioni più importanti della politica europea potrebbe aver trovato in queste ore un suo punto di svolta. Nel corso di un meeting che ha visto come protagonisti i ministri delle Finanze di Germania, Francia, Italia e Spagna, è stato siglato ufficialmente un accordo riguardo una bozza di legge che prevede l’ingresso di una “web tax continentale”. L’obiettivo è quello di regolamentare il fisco delle grandi multinazionali dell’hi-tech come Apple, Google, Facebook ed Amazon.

L’arrivo di una web tax per Google & co

Il comunicato dei quattro ministri ora sarà al vaglio dell’Ecofin (consiglio europeo composto dai ministri delle finanze) il prossimo 15 e 16 Settembre. Qualora il provvedimento dovesse essere accettato dalla maggioranza degli Stati membri, in Europa potremmo assistere ad una vera e propria rivoluzione fiscale.

La regolamentazione del lavoro sarebbe caratterizzata da una web tax imposta ai giganti dell’hi-tech. La tassa, rispetto alle norme attualmente in vigore, porterebbe ad un prelievo economico basato non più sugli utili, ma bensì sul fatturato.

Leggi anche:  Apple: i prossimi smartphone avranno lo stesso design dell'iPhone X

Per Google, Facebook ed Apple andrebbe così a decadere il privilegio dei cosiddetti “paradisi fiscali” come l’Irlanda: le aziende oggi in maniera del tutto lecita possono spostare somme di denaro da nazioni con aliquote più pesanti a nazioni con aliquote più tenere. Per gli Stati dell’Unione Europea questa legge, invece, potrebbe ad un grande gettito economico: il ritorno per ogni paese membro avrebbe contorni quasi miliardari.