WhatsApp è una delle applicazioni più facili e veloci mai inventate per mandare messaggi testuali, vocali, foto e video ai propri contatti. Famosissima e utilizzata da una fascia sempre più ampia di utenti, ha ormai lasciato da tempo l’ambito propriamente ludico che la caratterizzava. Non più, o meglio, non solo chat tra amici, ma anche strumento per organizzare meeting di lavoro, conversare con aziende, prenotare cene al ristorante e operazioni simili.

Alla luce di questa evoluzione, sempre più spesso capita di dover iniziare una conversazione tramite WhatsApp pur non conoscendo affatto il nostro interlocutore. Ricordiamo che per avviare un qualsiasi tipo di comunicazione, in primo luogo è indispensabile che il contatto con cui si andrà a parlare virtualmente abbia scaricato e installato WhatsApp. Successivamente, per iniziare la conversazione, sarà indispensabile memorizzare nella rubrica il contatto stesso. A quel punto, selezionando il nome, sarà possibile iniziare una chat e mandare file di testo o vocali. Aggiungere qualcuno nel proprio telefono, tuttavia, non è un’operazione esente da ripercussioni: la sempre maggiore interconnessione tra i vari dispositivi e tra questi e i social network, contribuisce alla creazione di una rete che non sempre ci rispecchia. Perché far sapere ad un interlocutore sporadico, contattato per un’informazione breve o per lavoro, dettagli della propria esistenza virtuale, ormai specchio di quella reale? Per alcuni può essere fastidioso ritrovare tra i suggerimenti proposti dai vari social contatti con cui non c’è alcun tipo di confidenza né dovrebbe esserci.

Come inviare messaggi tramite WhatsApp senza riempirsi di contatti inutili

Per tutte queste ragioni, esistono alcune applicazioni che permettono di utilizzare WhatsApp senza dover necessariamente aggiungere nomi indesiderati alla propria rubrica. Un modo per conversare con contatti sconosciuti o non presenti nel telefono esiste già: quando qualcuno ha il nostro numero può iniziare con noi una conversazione senza obbligarci a salvare il suo numero. Allo stesso modo, se un nostro amico ci invita in una chat di gruppo, potremo scambiare messaggi con tutti i partecipanti pur non avendoli annoverati tra i contatti. Tuttavia, se siamo noi a voler contattare qualcuno, per avviare la conversazione WhatsApp ci obbliga a salvare il numero del destinatario in rubrica. I vari aggiornamenti dell’applicazione, pur apportando ad ogni rilascio miglioramenti e innovazioni più o meno interessanti, non hanno risolto questa necessità. Ci hanno pensato invece alcune applicazioni leggere e facili da utilizzare. Sfruttando la sempre maggiore necessità riscontrata dagli utenti di WhatsApp di dover avviare comunicazioni sporadiche mantenendo una lista contatti coerente, hanno sviluppato dei sistemi altamente efficienti in grado di gestire questa esigenza.

Le applicazioni in grado di inviare messaggi via WhatsApp senza dover aggiungere persone alla rubrica

Click to Chat, disponibile al momento solamente per i dispositivi dotati di un sistema operativo Android, consente di conversare con contatti non presenti nella nostra lista. É estremamente leggera (occupa solamente 3 mega) e facile da installare e, successivamente, da utilizzare. Una volta aperta, è necessario inserire il numero di telefono della persona con cui vorremmo interloquire, nonché la nazionalità. Fatto ciò, basterà inviare il messaggio. Un’importante caratteristica di Click to chat che vale assolutamente la pena menzionare, è quella di poter programmare il post da inviare. Si tratta di una funzione estremamente interessante assente in WhatsApp. Contattando qualcuno al di fuori della nostra rete di conoscenti potremo così selezionare il giorno e l’ora in cui questo riceverà la nostra comunicazione. Tale sistema è particolarmente interessante qualora si debba utilizzare la chat di WhatsApp per lavoro: la possibilità di inviare un messaggio in un momento della giornata che sapremo neutrale, eviterà che la persona contatta riceva le nostre comunicazioni mentre è in una riunione o simili. Gli usi di questa funzione sono davvero molti: si potrebbero fare moltissimi esempi in cui potrebbe rivelarsi utile programmare un messaggio che serva a ricordare un appuntamento o che, semplicemente, arrivi al momento giusto. Questa applicazione, fortunatamente, ci ha pensato. Il download di Click to chat è gratuito. Attualmente non è ancora stata rilasciata una versione pensata per i dispositivi di casa Apple, ma si spera che entro breve anche Android possa vantare la sua versione.

Un’altra applicazione terza che ci permette di utilizzare WhatsApp è Mesej je for WhatsApp. Anche in questo caso, l’installazione è gratuita e l’utilizzo estremamente semplice e intuitivo.

Caratteristica rilevante di quest’ultima, è quella di poter scaricare le varie storie dei propri contatti e salvarli. Queste, assieme alle eventuali chat, potranno essere archiviate e visualizzate successivamente anche in assenza di una connessione internet. In caso la persona con cui si vuole comunicare non abbia installato l’app di Whatsapp, un messaggio ci informerà che non è possibile iniziare alcun tipo di conversazione.

I tanti vantaggi derivanti dal poter tramite WhatsApp in maniera facile e veloce senza dover memorizzare alcun contatto

I metodi per chattare con WhatsApp in maniera rapida e veloce senza dover prima creare un contatto, come è possibile vedere, sono molteplici. Entrambe le app di cui abbiamo parlato, inoltre, sono dotate di interfacce simili a WhatsApp ed estremamente funzionali. La necessità di comunicare sempre più in fretta e con più soggetti diversi, spesso ci porta ad iniziare numerose conversazioni diverse, che finiscono per occupare semplicemente spazio nel telefono. Allo stesso modo, contatti che non fanno parte della nostra vita e che abbiamo incrociato per lassi di tempo davvero brevissimi, marciscono in rubrica per anni. Sicuramente è capitato a molti di scorrere la propria lista di contatti interrogandosi fin troppo spesso sull’identità di molti dei nomi presenti. La possibilità di mandare messaggi sfruttando WhatsApp senza dover memorizzare alcun numero, può essere utile a quanti vogliono avere pochi contatti salvati in modo da scorrere più rapidamente la propria rubrica o, semplicemente, non hanno alcun interesse a salvare un nome per poi cancellarlo subito dopo.

Come succede in molti casi, la tecnologia è riuscita a rispondere anche a questa necessità, fornendo gli strumenti giusti per conversare con rapidità e in maniera sistematica. Grazie a ciò, comunicare tramite WhatsApp è diventato ancora più semplice ed efficiente. Basterà aprire le app indicate o altre capaci di svolgere le medesime funzioni per conversare con chiunque inserendo semplicemente il numero di telefono e la nazionalità. Quest’ultima è indispensabile per caricare automaticamente il prefisso di appartenenza (nel caso specifico sarà il +39 italiano). Fatto ciò, se la persona cui fa riferimento il contatto inserito ha WhatsApp sarà possibile conversare con lei. Allo stesso modo, contatti che noi non conosciamo potranno iniziare a scriverci in chat pur non avendo salvato il nostro numero. Anche in questo caso applicazioni e strumenti per conoscere chi ci ha chiamato garantiranno la nostra privacy. La tecnologia relativa alle comunicazioni è sempre in movimento e cerca costantemente di rispondere alle necessità di utenti esigenti. Le prossime versioni che saranno rilasciate di WhatsApp forse conterranno un modo per poter inviare messaggi senza dover necessariamente salvare prima nella propria rubrica i contatti. In attesa che questo avvenga, però, possiamo comunque sfruttare le idee e le innovazioni pensate da altri sviluppatori.

Leggi anche:  WhatsApp, ecco il metodo per evitare di essere spiati da amici e parenti