Apple
Apple

La produzione di serie tv, film e cortometraggi sta coinvolgendo sempre più grandi multinazionali dell’hi-tech. Quello che possiamo definire come “effetto Netflix” ha contagiato nell’ordine Google, Amazon, Facebook (da poco) ed ora anche Apple. Nella stanza dei bottoni di Cupertino la discussione riguardo l’impegno diretto nel campo dei contenuti video è conclusa.

Apple vuole gli studios di Matrix

La decisione di Tim Cook e dei suoi collaboratori sembra essere definitiva: nei prossimi anni l’azienda della Mela investirà ingenti somme di denaro (si parla di circa un miliardo di dollari) per far partire la produzione video. Il primo passo, in questa prospettiva, potrebbe essere l’acquisizione di uno dei luoghi sacri di Hollywood: i Culver Studios in cui sono stati registrati classici del cinema come “Via col vento” e “Matrix”.

La serietà di tale impegno in un contesto diverso da quello di iPhone ed iPad è confermata anche dal recente ingaggio di Jamie Erlicht e Zack Van Amburg, punte di diamante di Sony e menti da cui sono nate grandi serie tv come “Breaking Bad” e “Call Better Soul”.

Leggi anche:  Apple, la prossima versione di iOS renderà migliore il vostro dispositivo

Alcune indiscrezioni già parlano di una prima produzione Apple in via di sviluppo. Secondo i rumors, ad essersi impegnata in prima persona sarebbe addirittura Jennifer Aniston, attrice tra le più popolari del jet set californiano: per lei già sarebbe pronto il ruolo di protagonista in una fiction comedy in stile “Friends”.